8/ Almanacco Purgativo – Veri o falsi? Falsi

Apollinaire

Apollinaire

Come si vede, l’Almanacco purgativo, nato dagli Almanachs du père Ubu, è qualcosa di gradevole. L’Almanacco testimonia ancora della vitalità del futurismo, il quale non ha disdegnato di entrare nella storia dello spirito umano tra lo scherno del pubblico e i propri scoppi di risa.

 

1/ ALMANACCO PURGATIVO – SE GIUDA…

Se Giuda avesse avuto l’idea di offrire, con i suoi 30 denari, una buona cena agli Apostoli, la sua reputazione sarebbe infinitamente migliore di quella che ha oggi.

 

2/ ALMANACCO PURGATIVO – ALLA FINE SARÀ DIO STESSO A FARMI CORNUTO

Ecco alcuni aneddoti su Baudelaire.

“Si sa che, durante il suo soggiorno a Digione, Charles Baudelaire attraversò un periodo di così atroce miseria che dovette sopportare che Jeanne Duval, la sua amante, si desse alla prostituzione per sovvenire alle necessità della coppia. Baudelaire ne soffriva crudelmente; tuttavia l’abiezione in cui si sentiva caduto gli procurava talvolta, come confessava, una tenebrosa voluttà che si riversava in sarcasmi diabolici.

“Una sera, per esempio, la povera mulatta, di ritorno a casa dopo ore e ore di assenza, raccontò al suo amico di avere incontrato un vecchio signore che, ascoltata la sua storia, mosso da compassione, le aveva regalato alcuni luigi senza chiedere nulla in cambio. E poiché lei si compiaceva della cosa: – No, no, niente mediocrità – disse irritato il poeta, – bisogna andare a cercarlo e dormire con lui -.

“Un’altra volta che lei era sul punto di uscire come sempre alla ricerca di un amante avventizio, Baudelaire le corse dietro gridando dalle scale questa raccomandazione: 

“ – E soprattutto non dimenticare di dire ai tuoi clienti che tu fai questo per me, per Charles Baudelaire.

“Una sera che la poveretta rientrava in casa conducendo un prete “arruolato” chissà con quali artifici:

“ – Molto bene, osservò l’autore dei Fleurs du mal, stasera è un ministro di Dio che viene ad accrescere il nostro dolore: alla fine sarà Dio stesso a farmi cornuto, il che sarà finalmente degno di me -”.

 

3/ ALMANACCO PURGATIVO – LA PAURA E IL DIAVOLO

“Ho conosciuto un uomo talmente pauroso che, sebbene buon cattolico, non andava mai a messa. A qualcuno che gli chiedeva perché, rispose: – Dio è buono e mi perdonerà, ma il diavolo, che è cattivo, potrebbe offendersi”.

Laurence Sterne

 

4/ ALMANACCO PURGATIVO – IL MONDO È CATTIVO

Il Mondo è talmente cattivo [e stupido] che Dio stesso, che lo ha fatto, non vi abita più.

Arthur Schopenhauer

 

5/ ALMANACCO PURGATIVO – CONTRO LA DONNA

Non ho nulla dire contro la donna, se non che non somiglia abbastanza all’uomo.

Oscar Wilde

 

6/ ALMANACCO PURGATIVO – VESTITE O SVESTITE

Le donne si vestono soltanto per eccitare il desiderio di spogliarle

Giacomo Casanova

 

7/ ALMANACCO PURGATIVO – IL TEDESCO È QUELLA COSA…

Il tedesco è quella cosa

Che è imbecille in tutto.

Somiglia molto al bue

Ma non risveglia l’appetito.

Ardengo Soffici e Giovanni Papini

Giorgio de ChiricoRitratto premonitore di Guillaume Apollinaire 1914

Giorgio de Chirico
Ritratto premonitore di Guillaume Apollinaire 1914

Dimenticavo di aggiungere che, in conformità con l’epifonema verticale del mio manifesto l’antitradition futuriste del 29 giugno 1913: “Soppressione della storia”, gli aneddoti e i pensieri dell’Almanacco sopra citati sono interamente falsi e hanno per conseguenza tutto il sapore dell’inedito.

 

Guillaume Apollinaire