I silenzi della Francia nella tragedia di Ustica

Rosario Priore su Ustica:

Mah, la Francia non ha collaborato; moltissime domande sono rimaste inevase. Gli Stati Uniti hanno risposto a tutte le 99 rogatorie che io ho fatto, ma nerettando (con degli omissis ndr) – continua – alcune parti delle loro risposte. Poi c’è il capitolo Libia e il paese nordafricano non ha mai risposto”. (da Il Fatto quotidiano 23.9.2011)

Il Presidente Rosario Priore si appresta a cucinare un gallo al vino rosso. Ci perdoni, il Presidente, la nostra irriverenza, che non intende altro che omaggiare il suo impegno nel cercare la Verità e la Giustizia nelle complesse vicende di Ustica e delle Brigate Rosse

Il Presidente Rosario Priore si appresta a cucinare un gallo al vino rosso. Ci perdoni, il Presidente, la nostra irriverenza, che non intende altro che omaggiare il suo impegno nel cercare la Verità e la Giustizia nelle complesse vicende di Ustica e delle Brigate Rosse

Gallo al vino rosso

Ingredienti 4-6 persone
Un gallo da circa 1, 850 kg, 75 g di strutto, 200 g di pancetta tagliata in una sola fetta, un bicchierino di grappa, una bottiglia di vino rosso, un cucchiaino di zucchero, un mazzetto aromatico (timo, prezzemolo e alloro), due dozzine di cipolline novelle, 6 spicchi di aglio, un ciuffo di prezzemolo, sale, pepe.
Tempo: circa due ore Esecuzione: facile

Procedimento

Sventrate il gallo, fiammeggiatelo, lavatelo e asciugatelo con cura; quindi tagliatelo a pezzi di media grossezza.
Fate fondere 2/3 dello strutto in una larga casseruola.
Ponete i pezzi di gallo nel condimento caldo e fateli ben colorire da ogni parte; quindi togliete dal recipiente e, al loro posto, mettete la pancetta tagliata a cubetti.
Quando la pancetta sarà ben tostata, rimettete i pezzi di gallo nella casseruola.
Irrorate con la grappa, lasciate scaldare e infiammate.
Durante la rosolatura del gallo, versate il vino in una casseruola unite lo zucchero, portate ad ebollizione e fate bollire per circa 5 minuti.
Quando la fiamma del distillato si sarà spenta spontaneamente, versate sul gallo il vino caldo e unite il mazzetto aromatico.
Coprite il recipiente e fate cuocere a fuoco dolce per un’ora.
Intanto fate rosolare le cipolline nel rimanente strutto: le unirete al gallo dopo la prima ora di cottura, insieme con l’aglio, il prezzemolo tritato, sale e pepe.
Fate queste operazioni, mescolate tutto insieme e riprendete la cottura per altri 30 minuti.
Regolare l’intensità della fiamma, in modo che a cottura ultimata il sugo risulta ancora abbondante, ma un po’ denso.
Servite il gallo al vino rosso ben caldo in un piatto di serizio, dopo aver eliminato il mazzetto aromatico.

Oreste Grani