Facciamogli un “Grillo” così!

Raccolgo un gradito invito sessuale che gira nel web: facciamogli un “Grillo” così!

Non è un messaggio pedofilo, non è omofobo, non è pornografico. Si può fare.

È un piacere a cui abbiamo diritto, dopo decenni di “dittatura partitocratica”. Si, abbiamo bisogno di un sano e dichiarato sfogo. In più, andare a votare, è un nostro diritto democratico sancito dalla Costituzione. Questa volta, quindi, fargli un “Grillo” così, è il massimo della goduria. Leggittima!

Oreste Grani