L’ambasciatore USA in Italia David Thorne fa outing: «Giovani, prendete in mano il vostro Paese e agite, come il MoVimento 5 Stelle, per le riforme e il cambiamento”

Fly

Per anni, da quando ci interessiamo della Lunga marcia del Grande Genovese Giuseppe Grilli, gli amici più fidati ci chiedevano: ma gli americani?

Ora quello che vi ha sempre tormentato ha avuto risposta: l’ambasciatore americano David Thorne, oggi 13 marzo 2013, rivolgendosi agli studenti del Liceo Classico Visconti di Roma (già epicentro del ’68) ha dichiarato:

Tocca a voi ora agire per vostro Paese, un Paese importantissimo nel mondo. So che ci sono problemi e sfide in questo momento, problemi con la meritocrazia, ma voi potete prendere in mano il vostro Paese e agire, come il Movimento 5 Stelle, per le riforme e il cambiamento. Spero che molti di voi daranno un contributo positivo in questo senso per il vostro Paese“. (vedi notizia Rainews24)

Vi basta? Volevate altro? Cosa andate cercando? Finalmente!

Ci siamo, il Presidente Barack Obama ha dato il via libero al riconoscimento del M5S e di Giuseppe Grillo quali autorevoli rappresentanti del popolo italiano. Lo aspettavamo da un pezzo, non ci sorprende. Le analisi fatte e le voci di rinforzo ci davano la sicurezza che Obama e i democratici sono schierati per il rinnovamento. Evviva. Non dimentichiamo, tuttavia, che le lobby delle armi, gli Strangelove e gli autorevoli analisti dei centri di studi strategici italiani, vogliono esattamente il contrario.

La redazione di Leo Rugens

P.S. Chi è:

David Thorne

David Thorne ha prestato giuramento come Ambasciatore degli Stati Uniti d’America presso la Repubblica Italiana e la Repubblica di San Marino lo scorso 17 agosto 2009. Per tutta la sua vita, l’Ambasciatore Thorne ha avuto un legame personale davvero speciale con l’Italia. Nel 1953, infatti, si trasferì a Roma con la sua famiglia allorché suo padre, Landon Thorne Jr., fu incaricato dal Presidente Eisenhower di amministrare il Piano Marshall in Italia.

Cresciuto a Roma, dove ha imparato a parlare correntemente l’Italiano, ha iniziato a coltivare fin dalla sua gioventù una profonda conoscenza ed ammirazione per la cultura, la politica e la società italiane. Dopo aver lasciato gli Affari Esteri, suo padre pubblicò il Rome Daily American, fondò e diresse il ramo italiano della Banker Trust Company e servì, come amministratore fiduciario, la American Academy di Roma. L’Ambasciatore Thorne e la sua famiglia hanno continuato a sostenere l’American Academy e l’arte in Italia e a Boston per oltre cinquanta anni.

Da un punto di vista sportivo, durante i suoi anni in Italia, l’Ambasciatore Thorne non ha potuto fare a meno di appassionarsi al mondo del calcio. Ha giocato a calcio con i suoi compagni di college, continuando a giocare nella lega calcio in New England e resta tuttora, purché non giochino contro la nazionale americana, un acceso tifoso della Nazionale Italiana di calcio in occasione dei campionati europei o dei campionati mondiali.

L’Ambasciatore Thorne è uno dei fondatori della Adviser Investments, una fra le più note e stimate società di investimento finanziario degli Stati Uniti specializzata nella gestione di fondi di investimento Vanguard e Fidelity e di fondi legati all’andamento dei principali indici azionari.
Ha svolto la sua attività di investitore e di imprenditore in diversi settori economici, dalla consulenza di marketing al settore immobiliare, dall’editoria al mondo dei servizi finanziari. Recentemente ha venduto il ramo editoriale delle sue attività alla Martha Stewart Omnimedia. L’Ambasciatore Thorne è un ex Presidente ed attuale membro del Consiglio d’Amministrazione dell’Istituto d’Arte Contemporanea di Boston ed ha guidato il team di supervisori della progettazione del nuovo edificio dell’Istituto a Boston.

Si è laureato alla Yale University nel 1966 con un Bachelor of Arts sulla Storia Americana ed ha conseguito il diploma di Master post laurea in Giornalismo presso la Columbia University nel 1971. L’Ambasciatore Thorne ha servito la Marina Militare degli Stati Uniti d’America dal 1966 al 1970 ed è l’autore di “The New Soldier” (Macmillan 1971). È sposato con Rose Thorne ed ha due figli. (vedi sito)