Il vento francescano soffia in Vaticano e … scaccia dal tempio i mercanti (dell’ORP).

Scrivevo il 15 marzo 2013 nel post: PER GLI “AFFARISTI” DEL TURISMO RELIGIOSO DELL’ORP, IL PAPATO DI FRANCESCO, INIZIA MALISSIMO “… Open bus turistici dell’ORP, girano per Roma a costi e ricavi, spese e guadagni a vantaggio di non si sa chi.”

Oggi 30 marzo La Repubblica ci informa e ci conferma che il vento francescano comincia a soffiare in Vaticano. E fa pure la rima.

Non solo è stato allontanato padre Caesar Atuire ma, nell’Opera Romana Pellegrinaggi, si inizia a fare i conti. Quelli contabili.

Oreste Grani

P.S.: Difficile essere nemici di Ipazia alessandrina e ingiusti con A.P.

PER GLI “AFFARISTI” DEL TURISMO RELIGIOSO DELL’ORP, IL PAPATO DI FRANCESCO, INIZIA MALISSIMO

Francesco, dopo essere andato, senza scorta, a pagare il conto della stanza che aveva occupato durante il Conclave, ha dichiarato: “Cari argentini, non venite a Roma a trovarmi. Date i soldi che avreste dovuto spendere (presumo con l’Opera Romana Pellegrinaggi e l’agenzia di viaggi Quo Vadis ndr) ai poveri”. A padre Atuire, giovane, elegante, aitante ghaniano amministratore delegato dell’ORP, presumo, sia venuto un colpo.

Con questo Santo Padre gesuita e un po’ “francescano”, il business comincia malissimo. Non vi dico cosa succederà all’ORP se, al Campidoglio, quale sindaco di Roma, sale un altrettanto morigerato e parsimonioso esponente del M5S con cui, tra l’altro, si dovranno rifare i conti e gli accordi per le modalità con cui la flotta di open-bus turistici dell’ORP, girano per Roma a costi e ricavi, spese e guadagni a vantaggio di non si sa chi.

Oreste Grani