Maurizio Crozza, ovvero il Cassius Clay della “satira politica”, ha preso le misure al brocco nientalista Matteo Renzi

Cassius clay

La frase “una risata vi seppellirà”  è stata profetica nell’impari lotta tra Pierluigi Bersani e il “genio” Maurizio Crozza.

È l’attore genovese (e due!), che schiantò il “già vincitore” segretario del PD! Questa è la storia vera del “voto di febbraio”: il “teatro” come linea invalicabile del dettame costituzionale, della Libertà e del buon gusto.

CrozzaNelPaesedelleMeraviglie-renzi

Da ieri sera dico che “non c’è storia”, neanche questa volta, tra il “vanesio” Matteo Renzi e il gigante del “Il Paese delle Meraviglie”. Possiamo dormire sonni tranquilli: a rendere vano ogni tentativo di “scalata al potere” di quel “rosicchiatore di carote”, ci pensa il “Cassius Clay” della satira politica. Anche questo incontro sarà sospeso per “manifesta inferiorità dell’avversario”. Grazie Crozza, la Repubblica è salva!

crozza_brunetta

Goffredo Bettini, Elia Valori e tutti gli opportunisti dell’ultima ora che spingono, “da dietro”, l’esagitato, ammiccante “margheritino”, si devono cercare un altro brocco su cui puntare per cercare di avere ancora un ruolo di burattinai- mestatori. Vecchi arnesi, avanzi impomatati della “partitocrazia obesa e degenerata”, rottami ormai rottamati (voi si!) del “partere” del mondo della politica concepita come una infinita sequela di “incontri truccati“, o avete le palle per abbattere, con ogni mezzo, il “genio” o siete senza speranze. Inoltre, è ora di chiedersi chi, a prescindere dall’isolato Brunetta, non ha voluto Crozza in Rai, rete evidentemente con “troppi spettatori”, rispetto all’attuale palcoscenico della La7.

Comunque, miei “prodi” (da non confondere!), pronti alla difesa strategica del “nostro campione”.

Oreste Grani