E’ ora di battere/digitare “www.pugnisultavolo.it”… In molti

Schermata 2014-05-11 a 20.49.29

Filippo Ceccarelli si concede (è già qualcosa, visti i tempi in cui gli ordini della “scuderia” De Benedetti sono di stroncare ogni gesto di consenso riconducibile al M5S), su “Il Venerdì di Repubblica” del 9 maggio 2014, un pezzo (Indizi neurovisivi) di elogio al video musicale che il cantautore Felice Marra, in connessione con più di 200 cittadini/militanti del MoVimento 5 Stelle sparsi per l’Italia, ha realizzato.

A Filippo Ceccarelli l’idea musicale piace per brio, ritmo, originalità, leggerezza e trova il coraggio di dirlo. A noi entusiasma e ci fa ben sperare!

Schermata 2014-05-11 a 20.49.08

“Pugni sul tavolo” (www.pugnisultavolo.it) è talmente bello , talmente onesto, talmente rispondente a ciò che sente la “democratica” maggioranza degli aventi diritto al voto, bambini compresi, che quest’inno – da solo – dovrebbe bastare per “spostare” almeno il 10% dei cittadini che, offesi dalla partitocrazia, stanno decidendo di astenersi dal voto. Se www.pugnisultavolo.it fosse, almeno una volta, visto e ascoltato, con mente libera, da tutti gli Italiani, questi “grillini” schierati, pieni di sentimenti di “amor di Patria” e di “giustizia e libertà”, verrebbero, a furor di popolo (evviva il populismo onesto), portati, in spalla, fin dentro i “Palazzi”, oggi simbolo solo della corruzione e della vessazione dei ricchi su i poveri. Sembra incredibile che questa espressione dicotomica (ricchi/poveri) debba essere tornata ad avere un significato minaccioso, di pericolo imminente. Questo “video musicale” è unico nel suo genere perché è realizzato con pugni, di destra e di sinistra. Colgo l’occasione per ricordare a chi non lo dovesse sapere che, un “compositore” (così mi sembra che “neurologicamente” sia) usa il proprio emisfero destro (del cervello) per percepire e inventare una sequenza sonora, ma ha bisogno dell’emisfero sinistro per riportarla sul pentagramma e per fare le partiture. Metafore e analogie necessarie per uscire dal dramma in cui è precipitata la Repubblica. Mi auguro, vi auguro che questa idea del bravo e “saggio” Felice Marra, riesca a realizzare quell’armonia, politica e culturale, che, da troppo tempo, manca nel bel Paese.Il 25 maggio 2014, proviamo a… Vincere noi!

Leo Rugens