Beppe Grillo: “I Carabinieri, la Dia, la Polizia, la Digos sono già con noi”. Quello che in molti ormai sapevamo, finalmente è stato detto “in piazza”, senza tema di smentite.

ELEZIONI: BEPPE GRILLO A TORINO

Finalmente, in una Piazza Piena come mai si era vista a Torino negli ultimi vent’anni, Giuseppe Grillo da Genova, senza tema di smentite, dice quello che in tanti ormai sappiamo: l’Arma dei Carabinieri (cioè, “i carabinieri”), la Polizia di Stato (cioè, “i poliziotti”), la Guardia di Finanza (cioè i “finanzieri”), i “militari” dei reparti d’eccellenza, la Magistratura (cioè, molti magistrati onesti), molti religiosi della Chiesa di Papa Francesco, sono dalla parte dei dieci milioni di Italiani che hanno già deciso, costi quel che costi, di sostenere, fino in fondo, l’azione rigeneratrice del Movimento politico, denominato M5S. Soprattutto la maggioranza assoluta dei giovani! La “Norimberga” metaforica, la resa dei conti con i traditori della Repubblica, invocata dal mazziniano Beppe Grillo, è quanto, nel cuore, nel segreto del proprio sentire, si augura avvenga, la maggioranza degli Italiani, dopo una eventuale vittoria, il 25 maggio 2014. La Piazza Piena di Torino tira la volata al concentramento a Piazza S.Giovanni, venerdì 23 (che volete di più?) a Roma. La Capitale sarà colma di cittadini  pronti a non farsi mai più depredare del diritto alla democrazia, amica di tutti gli onesti ma, soprattutto, degli “ultimi”. Che non dovranno essere più lasciati indietro, disperati nella loro solitudine.

carabinieri-a20971248

Torino “risorgimentale” si è desta. La Torino dove è stata concepita l’Unità d’ Italia, oggi si è “mostrata”. La Torino dove, il 16 giugno 1814, è  stato redatto il “Progetto d’Istruzione provvisoria per il corpo de’ Carabinieri Reali”, ha legittimato, con la  presenza di migliaia di cittadini, consapevoli e informati, la decisione,  implicita nelle parole dette da Beppe Grillo, di assumere la guida del Paese.Tutti a Roma!  Da questa notte, “nessun dorma”.

Oreste Grani