“Mi scuso di non essere in grado di parlare in Italiano” Geoff Hoon. L’interprete del tribunale di Busto Arsizio era solo una traduttrice non in grado di svolgere l’attività simultanea necessaria.

Schermata 2014-05-23 a 10.03.07 Schermata 2014-05-23 a 10.03.29 Schermata 2014-05-23 a 10.03.47

“Mi scuso di non essere in grado di parlare in Italiano”. Così si esprime, con vero umorismo inglese, l’ex ministro della Difesa di Tony Blair, Geoff Hoon, durante l’udienza, al Tribunale di Busto Arsizio, tenutasi ieri, relativa ad uno dei tanti processi imperniati sulle attività del Gruppo Finmeccanica.

Il perché di questa frase è dovuto al gelo sceso sull’aula quando si è scoperto che il “traduttore” del Tribunale, non era fluente, non in swahili, ma … in inglese. Punto. Chiedetevi se è il solito terrorista, nazista, un poco stalinista, ebreo/fascista di Beppe Grillo che sabota l’Italia o dobbiamo guardare da un’altra parte per trovare chi ci vuole “sputtanare ” senza speranza. Tenete conto che, per anni, il vero responsabile di tutto quello che succedeva dentro e intorno a Finmeccanica era Gianni Letta. Che, come mi confermò, un mercoledì sera, Itzhak Pakin (che lo frequentava per motivi istituzionali), non parlava inglese e, soprattutto, non capiva niente quando si trattavano maxi commesse relative ai nostri prodotti d’eccellenza partoriti in Finmeccanica. Nulla di nuovo sotto il sole.

Oreste Grani

Schermata 2014-05-23 a 10.06.30 Schermata 2014-05-23 a 10.06.47