Bravissimo questo Vincenzo Nibali, capitano al Tour della squadra ciclistica ASTANA (Kazakhistan)

Vincenzo+Nibali+Le+Tour+de+France+Stage+5+E5TcdPsiXexl

Grazie Vincenzo Nibali! Glielo diciamo noi, dal marginale e ininfluente Leo Rugens, sorpresi dal rumore assordante che il silenzio delle solitamente querule autorità “politiche” italiane stanno dedicando al giovane campione siciliano. Dopo tutte le parole spese per quei “rotoli di coppa” che si sono recentemente esibiti in Brasile correndo dietro alla pelota, forse due parole di incoraggiamento e di lode per il campione in bicicletta che spinge così bene al Tour, sotto le telecamere di 160 televisioni arrivate in Francia da tutto il mondo, qualcuno, dalle parti del Quirinale o di palazzo Chigi, poteva spenderle. Ci viene un dubbio: vuoi vedere che tutto questo mutismo è dovuto al nome della squadra (ASTANA) per cui corre il bravo Vincenzo? Vuoi vedere che “ASTANA” è un brand che, evocando la capitale del Kazakistan, non si deve nominare? Vuoi vedere che i nostri “contorti” dirigenti vogliono evitare di fare riferimento al quel paese per evitare di ricordare alla pubblica opinione, dopo le figuracce maturate durante il caso “Shalabayeva/Ablyazov”, che esiste un contenzioso e più inchieste penali in corso, presso le Procure di Roma e di Perugia? Viceversa, alla redazione di Leo Rugens, piacciono e ci sono simpatici i kazaki che, intelligentemente e con passione, sponsorizzano il nostro sport, i siciliani e in particolare Vincenzo Nibali, il ciclismo, Astana città avveniristica e il cantante italiano Paskalistan. Inoltre stiamo aspettando la manifestazione Expo 2017 che si terrà proprio ad Astana per rifarci la bocca, dopo le amarezze che ci ha riservato Expo 2015 che, come sembra, si dovrebbe inaugurare a Milano, tra pochi mesi. Ognuno fa il tifo per ciò che più gli aggrada. Noi lo facciamo apertamente per il binomio Nibali/Astana.

La Redazione di Leo Rugens