Ma come si permette Edward Luttwak, l’americano, di sputare sentenze su materia riguardante esclusivamente la sovranità e la sicurezza nazionale?

 

 

Florida-Bathing-Girls-16Florida-Bathing-Girls-2

Simpatico o antipatico (a me è odioso) che sia, Edward Luttwak, ieri ha rilasciato un’intervista, al Il Giornale, che più dura non poteva essere. L’amica e collaboratrice Dionisia ha dedicato all’uscita pubblica del vecchio mercenario il post James Foley se l’è “totalmente” cercata, parola di Luttwaw, lo Strangelove alla carbonara. La sparata, consigliamo, deve essere letta e tenuta, in debita considerazione. Per cui, oggi, il blog aggiunge cose che, giustamente, per la gravità delle affermazioni e le implicazioni di legge, comporta a me firmare. Dall’articolo/intervista, estrapolo due righe che vanno nella direzione che da tempo auspico: “… sul Qatar ha ragione” – dice l’americano al giornalista… – “Va eliminato dalla scena perché è un regno perverso”. Aggiunge Leo Rugens: è arrivato il tempo di snidare proprio quegli italiani che pur di fare soldi o “altro”, fanno business, se non qualcosa di peggio, con il Qatar e con la sua casa regnante. Così abbiamo cominciato a fare il 22 agosto u.s. indicando nomi e cognomi nel post È ora di sapere il nome degli italiani che se la fanno con gli stati canaglia..

Florida-Bathing-Girls-3

Luttwak, invece di chiedere a noi italiani, risposte su cose che riguardano i mondi da lui abitualmente frequentati, chieda  al suo conoscente Ignazio Moncada perché si faccia vanto di firmare accordi con i finanziatori dei massacratori dei cristiani, dei pagani, degli ebrei, o di chiunque non la pensi come il “califfo” di turno. Non insulti genericamente noi che siamo altro da lui e dai servi di quelli come lui che hanno tenuto il nostro paese in subalternità perché gli interessi dei debiti contratti dagli statunitensi con i cinesi (o con altri banchieri sparsi per il mondo) fossero, alla fine, pagati da tutti meno che da quelli che avevano accumulati quei debiti. I tipi alla Luttwak scoprono solo ora che gli ex taglia gola, insediati nel Qatar, a guisa di dignitari di non si sa quale corte, passano i soldi agli attuali taglia gola dell’ISIS? I tipi alla Luttwak, sappiatelo, sono gli stessi che ritenevano Saddam Hussein un buon alleato solo dieci anni prima di sostenere la legittimità della sua impiccagione. Luttwak rimuove tutto, compreso che, negli ultimi 60 anni, il suo potentissimo paese/impero, in politica estera, non ne ha azzeccata una. Ma può gente che ha cominciato a cincischiare, in giro per il mondo, in Corea ad esempio, sessanta anni fa, creando, a quel parallelo, una situazione ridicola e drammatica al tempo stesso?

Florida-Bathing-Girls-4

Possiamo accettare che gente che è stata (giustamente!) presa a calci nel culo dai vietnamiti, ci spieghi chi siano i musulmani o gli yezidi? Possiamo accettare critiche da gente che in tutto il sud America ha sempre scelto gli alleati sbagliati fino a determinare situazioni dove anche una bestia come Chavez è sembrato essere ai suoi concittadini, meglio degli venezuelani che si professavano amici degli statunitensi? Possiamo accettare spunti di riflessione da gente che ha ritenuto possibile mettere ordine in Afghanistan? A proposito di quella terra tormentata ora vedremo che altra bella eredità ci lasceranno gli strateghi di “questa minchia”. Possiamo accettare rimbrotti saccenti da gente che un giorno dice che Gheddafi è il nemico pubblico numero uno e il giorno dopo li si vede entrare, di soppiatto, in tenda, nel deserto, col capo cammelliere? In questi giorni. Tripoli è bombardata da aerei “senza insegne”. Chi ha determinato tutto questo caos “non” creativo? Dove si trova e cosa racconta oggi Larry Sabato che negava, solo qualche anno addietro, durante l’incontro con i rappresentanti di Ipazia, organizzato dalla rivista Formiche, che ci fosse un problema imminente nel Mediterraneo?

Florida-Bathing-Girls-5 Florida-Bathing-Girls-6

Che credibilità ha gente che ha foraggiato e fatto foraggiare Bin Laden e i suoi fanatici seguaci, salvo poi mettere tutto il mondo nei guai per dargli la caccia? Come possiamo ancora tollerare che gente che pur di fare come dicevano loro, negli anni Cinquanta, hanno favorito lo sviluppo, in Sicilia e quindi in tutta Italia, della mafia con cui avevano dovuto fare patti in tutti i porti USA, durante la seconda guerra mondiale? Quale stima possiamo avere di gente che pur di farci fare quello che volevano loro, bloccati dopo Yalta dalla scaltrezza e dalla spregiudicatezza di Giuseppe Stalin, sono riusciti a far passare un piazzista di materassi (Licio Gelli) per un massone anticomunista, finanziandolo con tonnellate di dollari? A questo proposito, non dimentichiamo  che tutto il periodo in cui la paccottiglia pseudomassonica denominata P2, dominava l’Italia, è costellato di morti e feriti, a centinaia, provocati da un continuo interferire nelle nostre scelte politiche e strumentalizzando la nostra gioventù. Quegli stessi giovani che altri delinquenti mestatori alla Ronald Stark irroravano di droghe sintetiche prodotte in un laboratorio dislocato in Belgio. Di chi era concittadino un criminale/Cia come Stark se non del saputello Luttwak? I delinquenti/politici alla Stark rifornivano il mercato italiano degli stupefacenti  perché, tra l’altro, i nostri giovani perdessero ogni volontà di capire e liberamente scegliere. 

Florida-Bathing-Girls-7 Florida-Bathing-Girls-8

Stark fu arrestato in Italia nel febbraio del 1975, a seguito di una soffiata della malavita che stanca lei stessa dell’agire impunito del super protetto “americano”, decise di liberarsi del concorrente “spietato”. Quando fu arrestato all’Hotel Baglioni di Bologna, nella stanza d’albergo e successivamente in una cassetta di sicurezza della Comit, agenzia di Roma, fu trovata una documentazione sconvolgente che descriveva, nei dettagli, i rapporti dell’americano con il ex-Presidente dell’Ente Minerario Siciliano, Graziano Verzotto, con l’ex sottosegretario Salvatore Lima (ucciso, ci sembra di ricordare, dalla mafia), con il principe Alliata di Montereale e con il capo del SID, Vito Miceli. Stark, quando viene preso, si definisce delegato d’affari del più potente personaggio del Libano di quegli anni, l’Imam Moussa Sadr, uno che si diceva avesse ai suoi ordini 60.000 uomini armati. Stark poteva inoltre essere definito amico di Abdallah Saudi, Presidente della Lybian Arab Foreing Bank, la banca che possedeva all’epoca, mi sembra, il 7% del pacchetto azionario della FIAT.

Florida-Bathing-Girls-9 Florida-Bathing-Girls-10

Tutti amici suoi quel paese che ritiene ancora di rappresentare quando impartisce lezioni a noi altri che siamo quegli stramicioni che siamo ma non siamo come lei, caro saccente grillo parlante. Stark prima che sparisse per sempre dall’Italia, il 3 maggio 1979, era stato liberato l’11 aprile dello stesso anno dal Giudice Istruttore del Tribunale di Bologna dott. Florida in quanto formalmente riconosciuto in organico alla CIA. Sigla che non vuol dire Confederazione Italiana Coltivatori. Per anni, da dentro e da fuori le carceri, quel mestatore (statunitense, mi pare?) di Ronald Stark aveva dimostrato di saperla lunga su gravissimi episodi di terrorismo che insanguinavano l’Italia (uccisione del magistrato Coco, ad esempio).  Prima che ci pensasse Licio Gelli e la P2 a farci schiavi funzionali ai vostri (statunitensi?) interessi geopolitici, erano stati altri delinquenti mafiosi a liberare i vostri petrolieri dall’incubo che Enrico Mattei potesse dare, con il nostro cane a sei zampe, il cattivo esempio nel Mediterraneo. Avanti e indietro per sessant’anni ma sempre gente come lei e della sua nazionalità a interferire. Mi sovvengono una sfilza di altri episodi da ricordarle, caro Luttwak, cominciando con i morti provocati dalle acrobazie di quei guappi/piloti che ritenevano, a Cermis, nel 1998, di partecipare a un qualche rodeo di vaccari ma dove, invece, con i loro voli radenti, uccisero 20 italiani innocenti, scappando poi a gambe levate. Gelli, l’americano, lo avete piazzato voi nella terra che era stata la Patria di Mazzini e Garibaldi e dove, fra poche settimane, se ce ne ricorderemo, potremmo celebrare il Cinquecentenario della messa in stampa del Principe di Machiavelli.

Florida-Bathing-Girls-11 Florida-Bathing-Girls-12

Lei si aggira, tra l’altro, nella terra dove il 13 agosto u.s., ci siamo permessi di farci rubare un Guercino da dieci milioni di euro, in una chiesa senza allarmi ma senza battere ciglio. Voi chi cazzo siete? La nostra è la terra che ha dato i natali alla santa Cabrini che, dalle vostre parti, ha fatto come ha voluto, giocandoci a palla con i tipi come lei. Siamo la gente che il 26 ottobre del 1965, a New York, vi ha regalato con il personal computer Programma101 della Olivetti di Ivrea (Italy), la possibilità di andare sulla Luna e di provare a capire, con gli algoritmi della NSA, la complessità del mondo. Tutta roba (la cultura e la scienza) che vi abbiamo temporaneamente affidato ma che, prendiamo atto, non vi è servita a nulla, tanto che, ancora, pur “ascoltando” tutto e “leggendo” tutto, alla fine, non ci capite un “tubo” di quello che succede sulla faccia della terra. Potreste essere il Paese più ricco del mondo e generare ricchezza per tutto il resto del Pianeta; invece, siete solo la nazione più indebitata del globo; forse, dell’intero Universo. Non solo, ma siete pieni di debiti proprio con quelli (i cinesi) che cominciate a sfidare, in queste ore, simulando duelli aerei, nei cieli d’oriente. Luttwak, quando vogliamo chiarirla questa storia di chi deve dei soldi a chi e, chi sono i veri padroni delle ferriere? Potrebbe cominciare proprio lei a spiegarlo, con una bella intervista “tosta”, ad esempio, al Sole 24 Ore? Temo, però, per lei, che un paese (gli USA) che ancora deve risolvere le questioni che si è posto durante la Guerra di secessione (nord/sud, bianchi/neri) e per la cui soluzione, a suo tempo, oltretutto, hanno versato sangue decine di migliaia di europei arruolatisi volontari nell’esercito nordista (anche italiani!), dovrà mettere, quanto prima, la mordacchia a chiacchieroni superficiali e provocatori della sua risma. Viceversa, se la CIA decide di lasciarla libero di sproloquiare, ci aspettiamo di rivederla, quanto prima, alle spalle di Giovanni Floris, sulla La7. 

Florida-Bathing-Girls-13 Florida-Bathing-Girls-14

Oreste Grani/Leo Rugens che ci continua a mettere la faccia e non solo quella

Florida-Bathing-Girls-15 Florida-Bathing-Girls-17