Perché “cuor di leone” La Russa non si offre in ostaggio alla autorità indiane in cambio dei marò?

Noi la nostra parte sentiamo di averla fatta. Ora dobbiamo, tutti, pretendere cambiamenti sostanziali e non annunci demagogici e manipolativi.Leo Rugens che come al solito ci mette la faccia e non solo quella.

Leo Rugens

russa

Più la questione dei fucilieri del Reggimento S. Marco della Marina militare si ingarbuglia, più mi chiedo perché a gente incompetente e “svicolona” dalle proprie responsabilità  come si sono dimostrati essere Ignazio La Russa e Ignazio (ma è un’epidemia!) Messina, è stato consentito mettere bocca su un terreno delicato come quello dell’imbarco di uomini armati sulle navi mercantili, a rischio di attacco da parte dei pirati nell’Oceano Indiano. Alla fine, come al solito, con un pugno di monete, anche persone platealmente interessate a far fare al Paese scelte superficiali e di “facciata”, hanno potuto essere determinanti in questa storia che si avvia ad una tragica fine. “È l’unico modo per tenere lontani i pirati” diceva Ignazio Messina, a capo dell’omonima compagnia di navigazione genovese. Si è visto! È stato l’unico modo per combinare un “oceano” di guai e di generare costi per lo Stato e infiniti danni commerciali per…

View original post 407 altre parole