Cameron oltre ad informarci degli imminenti attacchi terroristici ci dica cortesemente se conosce le Ur-Lodge massoniche denominate “Hathor Pentalpha” ed “Amun”

bell1

David Cameron ci avverte che l’inevitabile sta per accadere: sotto a chi tocca, altri attacchi in Europa. Ma veramente? Non ci possiamo credere. Forse dalle parti della Gran Bretagna o del Regno Unito che dir si voglia, è ora di riesaminare la complessità della situazione che si è generata sulla faccia della Terra anche a seguito delle scelte fatte, dalle parti di Londra, negli ultimi cento anni. Non parlo solo, quindi, degli ultimi tempi. Comincerei a chiarire all’opinione pubblica mondiale chi fosse Geltrude Bell e perché, quella donna, volle chiamare IRAQ una terra che si era, nei millenni, sempre chiamata con altri nomi. Così come sarebbe opportuno (ma sono questioni che pongo a puro scopo retorico) che David Cameron informasse gli europei oltre che dell’imminenza di attacchi terroristici se risponda a verità che, lui stesso, appartenendo alle Ur-Lodges massoniche “Edmond Burke” e “Geburah”, mantiene di fatto relazioni con un altra Ur-Lodge denominata “Amun” dentro cui “sguazzano e si frequentano”, svolgendo un ruolo influente e sotterraneo, un elenco di fratelli solo formalmente avversari in queste guerre ma di fatto latomisticamente “conniventi” in tutte le vicende che si sono generate intorno alla così detta guerra del Kippur, dopo la Rivoluzione iraniana del 1979 e poi a margine della Guerra Iran-Iraq, conflitto-madre di tutto quanto ancora continua ad accadere in quelle terre martoriate e votate, in chiave sacrificale, all’impasto di sangue, petrolio e odii centenari che mai nessuno ha voluto in alcun modo provare a risolvere. Per primi gli inglesi fedeli sudditi della Regina Elisabetta II.

BinbirkiliseBell

Oltre che al giovane David Cameron, domande su queste frequentazioni ambigue ed “incredibili appartenenze”, andrebbero poste al meno giovane Tony Blair, anch’esso indicato (per ora senza querele e smentite) quale affiliato a queste UR-Lodges di cui si scrive con dovizia di particolari nel volume “Massoni – Società a responsabilità illimitata – La scoperta delle Ur-Lodges” di Gioele Magaldi con la collaborazione di Laura Maragnani. Per Blair, il sospetto è ancora più grave perché lo si indica come affiliato alla Ur-Lodge “Hathor Pentalpha” in serena convivenza latomistica con il Califfo Abu Bakr al Baghdadi che, al secolo, è in realtà il capo supremo dell’ISIS. Blair è un uomo noto per essere iper sensibile ai soldi e ai facili guadagni per cui all’ex premier britannico, segnaliamo la facile querela con richiesta (congrua!) di danni avversa alla casa editrice Chiarelettere e agli autori del libro che, vendendo ormai migliaia di copie, l’avido Blair potrebbe cogliere, al momento della sentenza favorevole, anche imbottiti di denaro fresco. Qualora, viceversa, sia David Cameron che Tony Blair non dovessero querelare gli sprovveduti responsabili di tali affermazioni calunniose, forse ci dovremmo porre il problema che dietro ad ogni storia ce ne è un’altra e che se uno non sa estrarre dalla realtà ciò che c’è ma non si vede e meglio che si dedichi a collezionare le figurine dei calciatori “Panini”. Mi riferisco ai giornalisti che non fanno mai la domanda giusta al momento opportuno. Fare la collezione delle figurine dei calciatori è, comunque, una dignitosa attività ludica. Ma non ha niente a che fare con la ricerca e con il rispetto della Verità. Ne tantomeno con la Guerra e con la Pace.

gertrude-bell-sir-percy-cox-in-meso-1917

Oreste Grani/Leo Rugens