De Luca sindaco di Salerno – a corrente alternata – è ora che venga sostituito da un esponente del M5S

DeLuca, De Luca chi era costui? Visto che 70.000 cittadini per bene (ma che fine hanno fatto i campani che lavoravano per la “Camorra”?) lo hanno scelto per guidare , alla testa del PD renziano, il grande cambiamento etico-morale che la Campania si merita escludo che il “Vincenzo De Luca di cui parlo nel post ribloggato possa essere stato lui. No – impossibile – i paladini di Renzi sono tutti “galantuomini”. E poi, De Luca, è al potere solo da 25 anni. Lui sì che è il nuovo che avanza.

Leo Rugens

PortodiSalerno

Se tre indizi fanno una prova, come cita Dionisia nel post Se tre indizi fanno una prova, a New York tira aria da guerra fredda, figurarsi che cosa possono fare tre sindaci del M5S eletti in tre città (sede di porto) dislocate lungo la costa tirrenica della nostra bella Italia. A Civitavecchia alle ultime elezioni comunali è uscito il rass Pietro Tidei ed è stato eletto, inaspettatamente (?) Antonio Cozzolino del M5S; Livorno, attualmente, si gode come sindaco il cittadino Filippo Nogarin anch’esso espresso dal M5S; ora si tratta di vedere come può andare a finire la sempre più ingarbugliata situazione di Salerno e la vicenda (anche personale/familiare) di Vincenzo De Luca.

Sarebbe di buon auspicio, per l’Italia futura, se si andasse alle elezione e venisse sconfitto, anche a Salerno, quel sistema trasversale PD/Forza Italia (lasciate perdere il Nazareno, io parlo della “ciccia” gestita localmente) rappresentato dal “Comitato…

View original post 833 altre parole