Arriva in Italia Tera Patrick e sarebbe il caso di chiederle cosa sa dei legami tra la Famiglia Bush e il Califfo Abu Bakr Al-Baghdadi

tera

Mi dicono che la da noi citata (TERA PATRICK: “ATTENTI ITALIANI, CI SONO UOMINI MALVAGI CHE VOGLIONO FERMARE LA STORIA”) sexy/porno star Tera Patrick verrà in Italia, per la prima volta nella sua vita, il 16 aprile prossimo venturo. Come noi si possa sapere, con tanta precisione, un tale segreto (di Pulcinella) non è cosa che vi deve incuriosire. Leo Rugens lo sa e basta, come sapeva, con largo anticipo, che il più autorevole (e nefasto) esponente della Ur-Lodge “Three Eyes”, Henry Kissinger, sarebbe arrivato in Italia e che si sarebbe visto con il confratello Giorgio Napolitano. La verità e che più che quegli sfigati derelitti di rifugiati politici che arrivano via mare, ci interessa sapere chi entra nel nostro Paese, proveniente dagli USA, sia che sia una signora nota per la sua spregiudicatezza sessuale che un vecchio cattivo mestatore, fomentatore di destabilizzazioni e di sistematici attacchi alla democrazia. Sapevamo che sarebbe arrivato (ex?) “capo” di Michael Ledeen; sappiamo che arriva l’amica di Angelina Jolie.

henry-kissinger-portrait

Invecchiato (ma ancora non muore!) Kissinger; invecchiata (si fa per dire!) la super corvina Patrick. Nessuno dei giornalisti italiani, da noi avvertiti con largo anticipo, in quella occasione si premurò di organizzare un’intervista con il vecchio mestatore finalizzata a chiedergli cosa fosse venuto a fare, a 92 anni in Italia.  Nessuna domanda sulla sua eventuale affiliazione (con Giorgio Napolitano!) alla “Three Eyes” o su cosa stesse ancora a fare Michael Ledeen (un altro vecchiaccio) alla corte di Matteo Renzi.

Silenzio assoluto! Ora il compito dovrebbe essere più facile: vi segnaliamo, con dieci giorni d’anticipo, che la sinuosa (attenti però che la troverete un po’ diversa e meno bella di come l’avete vista in rete), potrebbe essere disponibile ad un’intervista attinente sia gli studi in scienze politiche fatti a suo tempo che su cosa ne possa pensare degli avvenimenti che si prefigurano negli USA con l’approssimarsi della campagna elettorale da cui, i soliti ambienti guerrafondai, vorrebbero far emergere il “terzo dei Bush” per smantellare tutto l’impianto geopolitico a cui, negli ultimi mesi di Presidenza, proverà a lavorare Barack Obama.

bush_640_25

In margine potrebbero chiederle se sa chi sia Valentina Nappi. Il piatto forte dell’intervista potrebbe comunque riguardare il fatto che, secondo voci mai smentite, George W. Bush figlio, George H.W. Bush padre e il Califfo Abu Bakr Al-Baghdadi, appartengono alla stessa Ur-Lodge massonica denominata “Hathor Pentalpha”. Giornalista avvisato, giornalista mezzo salvato

AP NC STATE DUKE BASKETBALL S BKC T25 USA NC

Il mondo è fatto così: ad un certo punto anche Valentina Nappi ingiunge a Leo Rugens di smettere di attribuirle pensieri politicamente colti (che lei, onestamente come abbiamo ammesso, non si era mai pensata di pensare) e Leo Rugens, consapevole di dire il falso, la smette. Ma nessuno smentisce, con altrettanta perentorietà, quanto Giole Magaldi asserisce da mesi nelle librerie e nel web e cioè che il Califfo e l’ex presidente degli USA, sono fratelli nella stessa consorteria massonica. Della serie: sono meno “sfacciate” le porno star degli esponenti della Famiglia Bush. Ora vediamo cosa succede quando metteremo in bocca a Tera Patrick alcune riflessioni su le oscene complicità tra i fomentatori di guerre e massacri che si ritiene facciano parte della stessa Ur-Lodge. Intanto godetevi le fattezze di Tera così come era ma come potrebbe non essere più ora che finalmente arriva in Italia. Paese ormai di serie C.

califfo

Oreste Grani/Leo Rugens che sfida apertamente la sua amica P. che, da giorni, gli intima di smettere questo gioco volgare dell’uso delle fattezze delle porno star per farne specchietto per le “allodole” che svolazzano nel web. Lei ha ragione (e prima o poi smetteremo) ma, alla fin fine, sempre di “uccelli”, si tratta.