Anche il Generale Pollari dice la sua su una materia esplosiva come il gioco d’azzardo elettronico

pollari

È ora di porsi domande senza timore di pestare i piedi a quelle lobbies che non temono nulla pur di raggiungere i loro obbiettivi di arricchimento e di potere.

Pollari è stato (mi dispiace ammetterlo) un colto e competente generale della Guardia di Finanza. Non è un Repetto ma è uno che conosce la materia del gioco elettronico e la dimensione degli affari che intorno ad esso si muovono.  Dico “mi dispiace” perché, come Direttore del SISMI non avrebbe mai dovuto scendere così in basso come quando ha ritenuto “accuscì” Pio Pompa uno da immettere negli organici del servizio. Pollari da “direttore”, ne ha fatte “più di Carlo in Francia” ma rimanendo, paradossalmente, centomila volte più competente di tanti altri stracciaculi di cui i Servizi, negli anni, si sono avvalsi.

Pochi ma buonissimi lettori, dovete chiedervi che razza di scontro sia in corso e che interessi si stiano muovendo intorno a questa vicenda se uno dei protagonisti è proprio Nicolò Pollari.

Che nessun dorma anche perché, sarà pure estate ma, i gangster del gioco, come si vede, non si sono distratti, nonostante la calura. Anzi.

Oreste Grani/Leo Rugens

Schermata 2015-08-20 a 08.46.10

Schermata 2015-08-20 a 08.46.48