Eppur si muove! Un pensiero di Luigi Einaudi sulla figura del Prefetto

LuigiEinaudi

Dedico il post ad un amico (V.S.) che ho conosciuto giovanissimo e già “liberale”. Negli anni ritengo che, frequentando il Palazzo,  stia sempre di più diventando nostalgico di pensieri qualitativi come  solo i maestri liberi, liberali e libertari hanno saputo lasciare in eredità. Per lui ho scovato un brano di Luigi Einaudi tratto dal Il Buongoverno, Bari, Laterza 1954 intitolato “Via il Prefetto!”. Di questi tempi, con il continuo affollarsi di provvedimenti di rimozione o promozione che riguardano sempre di più la figura del prefetto (Procaccini nel caso Shalabayeva, Pecoraro e Gabrielli in quello Mafia Capitale) mi è sembrato opportuno indicare ai pochi ma attenti lettori di Leo Rugens le pagine che seguono e che hanno mantenuto tutta la validità dell’epoca. Quindi tutto è fermo? Così sembrerebbe. Noi viceversa siamo tra quelli che amano dire: “Eppur si muove!”.

Oreste Grani/Leo Rugens

P.S.

Ore 18:00.  Su Rai News 24 passa la notizia: che qualcosa si muove: delle 103 prefetture, 23 saranno abolite! Giuro (e voglio essere creduto) che non lo sapevo . Questa questione dei prefetti da abolire mi ronzava nella testa da qualche tempo.

Einaudi-prefetto-1

Einaudi-prefetto-2

Einaudi-prefetto-3