Beppe Grillo Nostradamus e l’inquinamento automobilistico

GrilloFool

Beppe Grillo queste cose, diesel e marmitte catalitiche fasulle, le denuncia da almeno dieci anni. Ma non bisogna ricordarsene come consiglia “oscenamente” di fare il deputato Andrea Romano in questo momento appartenente al Partito Democratico.

La vicenda delle marmitte catalitiche e dei grandi imbrogli che i fabbricatori e i venditori di automobili attuano è questione nota a chiunque avesse, anni addietro (oltre 10), tenuto d’occhio (e ascoltato) quel attoraccio/comicaccio da strapazzo di Beppe Grillo da Genova ma chissà cosa faceva quel faccione serio e affidabile di Andrea Romano che si fotte dalla paura che il M5S vinca e i soloni banderuole come lui vengano spazzati via. Tutte quelle cose che oggi ci sorprendono venivano dette, tra frizzi e lazzi, durante gli spettacoli di Grillo ma, come è noto, siamo in pochi (una decina di milioni) che consideriamo il fondatore del M5S uno che ha saputo pre-vedere, sin dal 18 febbraio 1992 (il giorno dopo l’arresto di Mario Chiesa) come sarebbero evolute non poche problematiche legate alla partitocrazia e alla convivenza civile. Ma i giornali e i politici da strapazzo hanno altro da fare che farsi testimoni di verità e ricordare chi diceva cosa e quando.

Questo blog ad esempio – da quando esiste – invita i suoi quattro lettori e mezzo a non fidarsi dei tedeschi considerando lecito – solo per loro – il ricorso agli stereotipi che, viceversa, sono nemici dell’Umanità e della Cultura con la sola eccezione, ribadisco, di quando vengono utilizzati a discapito dei “teteschi di Cermania”.

La vicenda dell’inquinamento portatore di infinite e dolorose malattie, complici a loro volta di morti precoci, attribuibile – per ora – alla Volkswagen è, di fatto, ad esempio, una sublimazione del vizio (mai risolto) dei tedeschi di provare un certo gusto a “gasare” le persone. Capito il facile e volgarissimo gioco di parole e lo stereotipo di cui sopra?

Lecito immaginare che per chi – solo pochi anni addietro – nelle camere a gas ci metteva donne, vecchi, adulti forti e bambini, distribuire un po’ di automobili inquinanti e negare (ancora oggi ci sono molti tedeschi che negano l’Olocausto) che facciano male è più che lecito. Soprattutto se l’ingannatore-gasatore è ariano. E se in un vero e proprio gioco improbabile i Greci riuscissero a rifare i conti con l’Europa (cioè la Germania) partendo – come dato base – da quante auto tedesche circolano in Grecia?

Inutili pensierini sognanti soprattutto dopo che anche Tzipras ha deciso che riuscirà ad avere un’erezione accoppiandosi con la raggelante cancelliera. Focoso e spregiudicato il ragazzo!

Oreste Grani/Leo Rugens