Arresti nelle Ferrovie per un conta-assi “raccomandato”: avete idea di cosa si tratti?

Binario-trenitalia

Oggi, 30 ottobre, la giornata si presenta niente male rispetto al “fuoco” e alle Salamandre ignifughe! Questa volta si scottano statene certi e con loro combuste cambieranno i numeri in Sicilia e a Roma. A meno che il vostro Ministro dell’Interno se la senta di affermare che, anche questa volta, non conosceva personalmente nessuno degli arrestati per le tangenti”ferroviarie”.

Comunque, dall’uomo che seppe scaricare sul prefetto Procaccini la responsabilità del caso Shalabayeva, ci si potrebbe aspettare di tutto. Difficile questa volta coordinare il mentire di tante figure coinvolte. Il fuoco purificatore finalmente potrebbe fare il suo dovere e dopo aver bruciato un altro pezzo di “partitocrazia” sicula potrebbe arrivare ad altri che, nel mondo delle Ferrovie, non potevano non sapere. Sarà solo volontà e capacità investigativa. Poi i conti anche con le altre “salamandre” saranno fatti!

Oreste Grani in paziente e fiduciosa attesa.

ORE 14:00 DEL 29 OTTOBRE 2015.  AGGIORNAMENTO DOVEROSO:

IL LIBRO MASTRO DELLA CORRUZIONE NEL SETTORE INFRASTRUTTURALE SEQUESTRATO DURANTE L’OPERAZIONE IN CORSO POTREBBE PORTARE ALL’ARRESTO DI PERSONALITA’ DI PRIMISSIMO LIVELLO RICOPRENTI INCARICHI DELICATISSIMI.

SENTO ODORE DI UNA COMBUSTIONE QUESTA VOLTA CAPACE DI BRUCIARE ANCHE ALCUNE SEMPRE IMMUNI SALAMANDRE!

FUSSE CHE CHE TE RIFUSSE LA VOLTA BONA!

XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXORE 11:00.

Dionisia non gliela manda a dire a nessuno e tanto meno, questa volta, a Cantone e alle sue banalità su Milano. Non può certo venire lui a spiegarci nulla dal momento e in quei termini semplicistici e da “rotocalco” se i rotocalchi ancora esistessero. Da anni noi (ed altri) sosteniamo che il Paese tutto è in mano alla criminalità organizzata e in particolare il centro nord. Ma quali classifiche e quali enclave virtuose. Mentre alcuni chiacchierano di serie A o serie B, in Sicilia/Roma/dove servirà, le forze dell’Ordine esauste eseguono perquisizioni a carico di un’altra associazione a delinquere annidata (ma da chi messa in quelle posizioni dove si può lautamente pappare? Ripetiamo ossessivamente: chi custodisce i custodi della Repubblica?) nel mondo delle Ferrovie dove a ore torneremo proprio sull’innovazione tecnologica (si chiama conta assi) che risulta essere stata oggetto della corruzione e della compravendita della “sicurezza” implicita in tale tecnologia da istallare lungo la rete, dei cittadini e delle marci trasportate. Dico che ritornerò a ore sull’argomento togliendomi una delle più grandi soddisfazioni della mia vita perché ora la cronaca potrebbe superare qualunque immaginazione su che razza di rapinatori a mano armata i politici (chi? quando? come?) hanno piazzato in un’altra area tra le più delicate attinenti la strategia di sicurezza nazionale. In pochi giorni sono stati pizzicati criminali all’ANAS, all’Ospedale Israelita e alle Ferrovie. Aspettiamo porti, aeroporti, rifiuti, centrali elettriche e ovunque si giochi la partita della Strategia di Sicurezza Nazionale. Ma chi ce li ha messi questi criminali a quei posti?

A presto

Oreste Grani/Leo Rugens

Schermata 2015-10-29 a 09.48.16

Schermata 2015-10-29 a 09.48.39