Europa dove sei?

-la-paura

Premessa: di quelli che poverini perdono in Borsa, non me ne  frega niente!

Giocatori d’azzardo sono e come giocatori d’azzardo la Dea bendata li tratta. Ma, come ci si doveva aspettare, la questione delle fragilità cinesi (direi più che altro delle complessità e “delle rotte possibili”) è lì a dettare l’agenda del Mondo. Con l’altre  questioncelle idrogeno sì o idrogeno no e dello scontro tra l’Iran e i suoi alleati, da una parte e l’Arabia Saudita, con altri consimili, dall’altra. A noi europei rimangono i raid a Capodanno in Germania (per ora) degli esuberanti ragazzotti magrebini/turchi, calati (appositamente?) da Dussendorff in cerca di palpamenti, soldi, cellulari, documenti. Un clima da autobus 64 che, dalla Stazione Termini di Roma, ti porta a Piazza San Pietro. Bus sempre affollato per cui ai malavitosi (in questo caso prevalentemente sudamericani) non rimane che palpare (se interessa il prodotto), rubare soldi, cellulari, documenti. Vediamo se ci sbagliamo ma l’episodio delle centinaia di violenti autoconvocatisi per spaventare le donne europee lo collocherei quale step di una forma evoluta di insorgenza post terroristica. Per essere chiari: è da escludere la casualità del fenomeno. Vediamo di fronte a cosa siamo dal momento che, come italiani/europei (che citazione!), non tocchiamo palla.

Sospese quindi le Borse cinesi, tracollo a Tokyo, ennesimo “contrordine compagni” sulla ripresa mondiale (e locale) che non c’è se non nei soliti consumi di cocaina, monetine nelle slot, succhiamenti di …

paura1

Europa dove sei? L’Unione Europea, proposta più di cinquant’anni fa come un grande passo verso il futuro, ci è stata imposta, data dopo data, accordo dopo accordo, rimozione dopo rimozione, svuotamento dopo svuotamento, usurpazione dopo usurpazione come un processo giusto e inesorabile. Oggi, i risultati disastrosi sono sotto gli occhi di tutti eppure ancora in troppi faticano a vederli perché la macchina degli interessi politici ed economici si è messa in moto e ha scatenato tutte le risorse possibili per coglionare le popolazioni censurando le coscienze costrette ad interessarsi continuamente “d’altro” rispetto ai modi con cui veniva fatta strage dei diritti, della storia, della cultura elaborata e diffusa nei secoli. Anche gli Italianetti hanno accettato – in una certa percentuale – l’Unione come un dato di fatto. Ma non è così: l’Europa non esiste e si vede ogni ora di più. Oggi si chiudono i 365 giorni dell’attacco alla redazione del giornale Charlie Hebdo ed è chiaro che i danni sono stati ben altri che la sia pur gravissima soppressione del grande Volinsky e degli altri esponenti della satira giornalistica e vignettistica francese, giustiziati dai fanatici soldati islamici, oggi un anno fa. Gli attaccanti, per mia contorta visione delle cose, hanno fatto credere che il vero obiettivo fosse colpire la redazione della rivista. Invece, uccidendo i pochi blasfemi, vi hanno arpionato tutti e da quel momento in poi non avete più avuto speranza di divincolarvi e di non morire dissanguati. State perdendo tutto perché, per prima cosa, avete accettato di farvi europei senza sapere di cosa stavate parlando e poi perché, successivamente, perduta l’identità nazionale, vi siete fatti togliere diritti personali scambiandoli per un piatto di lenticchie. Uno dei legumetti che vi hanno offerto era quello di non farvi fare la fila all’aeroporto. Vi stanno togliendo anche quello e, dopo avervi spaventato a morte, vi stanno facendo ritirare “in casa” tremebondi di tutto quello che vi potrebbe accadere. Tutto questo non lo dovete solo all’aggressività degli jiadisti che fanno adesso ciò che, banalmente, avevano in mente di fare da decenni. Le teste di cazzo sono altre. Volete la prova?

Death in the hood concept

Proviamo a darvi la prova.

Teste di cazzo che guidate questo sedicente (si dice così?) di super stato che è l’UE, ci dite – cortesemente – al punto in cui siamo, quale è la vostra strategia, almeno quella difensiva? Cortesemente, ci dite se sapete giocare a backgammon dal momento che gli altri, gli attaccanti, sono i campioni del mondo nel Gioco della Vita? Ci dite cosa suggerite, qualora fosse vero che gli esuberanti (e non solo sessualmente) giovanotti magrebini, turchi, mediorientali, calati appositamente prevalentemente da Dusseldorf, la notte di Capodanno, a Colonia e in altre città della Germania,  si sono dilettati, in modo diffuso e pare coordinato, a palpare il culo e le tette della meglio gioventù  europea? Per ora di sesso femminile e limitandosi ad alleggerire le vittime di telefonini, documenti e soldi. La vita gliela prenderanno più in avanti nell’esecuzione del piano pre- pensato. Perché, a differenza dei bru-bru che guidano l’Europa (un po’ di regnanti avidi e cattivi come solo la selezione genetica li può aver fatti diventare e della gentarella alla Renzi, Cameron, Hollande comunque, gli uni e gli altri proiettati solo a governare  un vastissimo “impero” (l’Europa)  con le metodologie che erano state dei dittatori appena rimossi dimenticando che la patria, la terra, il nome, la lingua, l’identità, la religione, la moneta,  la cultura in sintesi non fosse il sangue stesso dei popoli), gli attaccanti si dimostrano pensatori abili e realizzatori di un piano strategico. 

paura (2)

I grassatori/terrorizzatori a Colonia si sono impadroniti anche di denaro elettronico che sarebbero poi le carte di credito. Un vero bottino che qualcuno starà abilmente esaminato dopo averlo fatto raccogliere. Care teste di cazzo, ci svelate le modalità “censorie” con cui siete riusciti a non far sapere, per 96 ore (quattro giorni!) quanto era accaduto, come, dove e a opera di chi? Ora vediamo cosa diventa questa storia dei branchi (rigorosamente formati da musulmani maschilisti!), affamati di sesso (ma, attenti, ripeto, non solo di quello!) che sono entrati “inaspettatamente” in funzione scegliendo proprio la permissiva (anche a quanto si dice di facili costumi sessuali) Colonia/Germania! Tranquille donne d’Europa che ora scendono in piazza i banchieri a difendervi dal momento che i vostri fratelli, padri, mariti, fidanzati avranno il loro bel da fare a salvare loro stessi e i loro sfinteri dalla furia dei “predatori”. Perché questi sono i racconti: anche i maschi presenti non hanno potuto fare nulla. Certamente, comunque, non erano solo loro che avrebbero dovuto agire a difesa della legalità e del diritto alla spensieratezza. La Germania, dopo la Volkswagen, ha fatto un’altra figura di merda: polizia zero; informazioni preventive su questo diffuso passaparola, meno di zero. Silenzio stampa per intere giornate! Adesso, direte voi, chi ce la mette una pezza alla spirale che si metterà in moto? State tranquilli, come vi ha detto l’intelligence di Leo Rugens, i banchieri e i loro amici sono all’erta e vegliano su tutti voi. Draghi, Monti e Prodi per primi! Poi arriveranno, appena liberi (!) i rincalzi della Banca Etruria guidati dal prode Boschi. State sereni che è tutto sotto controllo. Come la deflazione pronta dietro l’angolo, la non crescita mondiale, la pace nel Mediterraneo, l’autorevolezza dei (plurale) governi libici, la situazione degli yezidi e dei combattenti curdi, l’intifada dei coltelli e dei proiettili cal.9 in Israele e in Cisgiordania, il turismo paralizzato in Tunisia ed Egitto, le decapitazioni a chi ne fa di più e in modo più spettacolare, la serena estrazione di petrolio in Nigeria con la presenza, attiva e collaborativa, degli stupratori di massa di Boko Haram, con gli Yemen pacificati, come le Coree (atomiche comprese rigorosamente però e in modo rassicurante non bombette all’idrogeno se no, erano cazzi amari), la Siria che non c’è più dopo solo 5.000 anni di storia.

paura_aa

È tutto sotto controllo come la contabilità dei morti “per fuoco amico” dentro i confini degli Stati Uniti d’America (che sono trentamila defunti – spesso bambini – difronte al piacere di sentirsi “cazzuti pistoleri”?) o le migliaia di vittime che la resistibile ascesa dell’economia cinese provoca nei posti di lavoro ogni anno. Tutto sotto controllo, state tranquilli, la libertà è sacra e nessuno ve la potrà togliere anche quella di sentire starnazzare “quell’oco” di Donald Trump. I morti a go-go nel Mediterraneo (ora fa anche freddo per cui lo spettacolo è certo) nessuno si può permettersi di toglierveli; così la raccolta di fondi in tv per bambini morenti, che va, evidentemente, a gonfie vele; i calciatori di mezzo mondo fanno i bocchini ai sauditi, prima e dopo le esibizioni “sportive” nei Paesi del Golfo Persico e, quando possono, si autoscattano tanto per non lasciare dubbi. Anche questo è sotto controllo. Ignazio Moncada continua a fare soldi e a farne fare con chiunque sia pronto a dare il culo ai riccastri del Qatar che, spesso e volentieri, finanziano l’ISIS e si preparano ad azzuffarsi con l’Iran, appoggiando i decapitatori oggi organizzatisi intorno al regno saudita? E che c’è di male? Dove è l’illecito? Ad aggiustare tutto ci penseranno Prodi, Draghi, Monti e ovviamente Matteo Renzi. Spero che vi siate accorti che non cito ne la Pinotti ne la Mogherini perché ORMAI RENZI NON LE FA PIU’ USCIRE DI CASA SE NON ACCOMPAGNATE.

Terrified Woman

Del  Polo Nord qualcuno – esagerando – dice che ci fa caldo ma anche questo è sotto controllo, dieci gradi in più o in meno. Dell’Italia, come vedete, non parlo e non scrivo, perché i politici hanno il loro da fare a organizzare il lancio di fango al M5S nel suo insieme e nei confronti di alcuni esponenti in particolare. Vuol dire che è tutto sotto controllo altrimenti non si distrarrebbero con le pagliuzze grilline trascurando le travi che non sono ormai solo ficcate negli occhi ma con abilità turcomanna anche nelle viscere e con modalità tali da evitare che uno muoia. Continuo a dire, sfrontatamente, che quella sera Giuseppe Grillo da Genova doveva arrivare a Roma tutto questo, almeno in Italia non succedeva. Ma se il coraggio uno non ce l’ha – come diceva Manzoni nei Promessi Sposi – non se lo può dare. Ma questa del coraggio è chiaramente un’altra storia. L’elenco di cui sopra (intendendo quello relativo all’assetto precario del Mondo) sarebbe ovviamente lo stesso ma almeno in Italia egoisticamente tanti guai e le conseguenze anche per noi non le avremmo dovute affrontare guidati dal Sommo rassicuratore (non assicuratore ma “sola” si!) Renzi Matteo.

Ribadiamo: amiamo l’Europa dei popoli e dei saperi, non quella delle banche. Siamo per un’Europa che basi la sua forza sulla cultura e sulla difesa dei diritti umani prima che sulle ragioni prettamente economiche.   

Oreste Grani/Leo Rugens