Fermate (per il suo bene) la Mussolini che evidentemente non si è più ripresa dallo shock del marito “scopatore di minorenni”

mussolini1

Quando Alessandra Mussolini, invitata nelle televisioni, provoca intorno a chi si debba o meno accogliere nelle case, come la legge oggi consente, con un aiuto dello Stato che oscilla dai 350/400 per rifugiato, affermando che lei ospiterebbe solo italiani lo dice roteando occhi che sempre di più la fanno assomigliare ad una versione femminile del Duce (nel suo periodo peggiore) e lo fa nel tentativo, quasi le fosse psicologicamente necessario, di accapigliarsi con gli interlocutori. A volte, gli altri ospiti, o per ipocrisia o non pensandola come lei, ritengono doveroso e intelligente affermare di essere pronti ad offrire accoglienza ai disperati che arrivano da tutto il Mediterraneo. Normalmente, a questo punto, assistiamo a vaniloqui e a ulteriori strabuzzamenti di occhi ipertiroidei che accompagnano con teatralità tutto meno che dei ragionamenti. La signora, a questo punto, in evidente stato di alterazione, dimentica di essere puntuale nelle affermazioni xenofobe e di dire che lei, a casa sua, sarebbe favorevole, per tradizione e abitudini consolidate di suo marito Mauro Floriani,  ad ospitare “solo” femmine e possibilmente “minorenni”.

Questa cosa scortese (ma vera!) ad una che aizza i già troppi “cani ringhianti” che si nascondono tra gli italiani (soprattutto quelli poveri) contro altri poveri non italiani, sarebbe doveroso ricordarlo. Si dovrebbe essere spietati con una come lei che per la fama cinematografica ha fatto di tutto e il contrario di tutto e che quando si è calata nella parte della politica e della signora per bene, si è sposata – in pompa magna – un violatore della nostra gioventù, condannato per avere una particolare predilezione per le ninfette bisognose di denaro elargito dal satiro adulto di turno. Fermate la Mussolini, oggi saccente e “finta” per bene!  Preferivamo la ragazzotta mezza nuda degli esordi nei film girati in Israele (adesso ci mette in imbarazzo solo guardarla vestita!), piuttosto che quella che farnetica in tv. La signora dovrebbe ricordarsi di essere medico ed essere capace di fare una diagnosi sul proprio stato di salute mentale! Consiglio gli ospiti che vengono invitati con lei di defilarsi, una volta informati della sua presenza in trasmissione o di avere la schiena tanto dritta per ricordare, alla fascistona esagitata, che a casa sua, né maschi giovani e aitanti, né femmine di eta minore, è opportuno che vengano ospitati. In quanto residenza a rischio di “reati sessuali”.

Leo Rugens contro Alessandra Mussolini fomentatrice di odii razziali

Annunci