E allora? Perché il Gen. Manenti, capo dei servizi era al Cairo mentre Regeni era in mano ai suoi boia?

OcchioDiHorus

Giulio Regeni, il capo dell’intelligence italiana [Alberto Manenti ndr.] era al Cairo nelle ore in cui si cercava il ragazzo ucciso

 

Chiunque si permetterà di dire che Giulio Regeni sia stato vittima di “servizi deviati” ostili ad al-Sisi sarà considerato alla stregua di complice degli assassini di Giulio Regeni.

A futura memoria.

La redazione

P.S. Sta montando la disinformazione sulla figura di Regeni. Non ci aspettavamo niente di più niente di meno.