“Numero Zero” di Umberto Eco (che non ho ancora potuto comprare) mi evoca, chissà perché, quella che Francesco chiamava Sorella Morte

Leo Rugens

20 FEBBRAIO 2016.

“SUGLI INCONVENIENTI E I VANTAGGI DELLA MORTE” E’ IL PIU’ ELEGANTE DEGLI EPITAFFI CHE SI POTESSERO SCRIVERE IN MEMORIA DI ECO. LO HA SCRITTO LUI. NOI – SEMPLICEMENTE – LO POSTAMMO TEMPO ADDIETRO IN UN MOMENTO (UNO DEI TANTI!) DIFFICILI DELLA NOSTRA VITA DOVE L’INIZIO E LA FINE SI CONFONDEVANO

RIPOSTO QUELLE CONSIDERAZIONI SPERANDO DI FARE COSA GRADITA A LUI CHE CI HA LASCIATO E A VOI.

ORESTE GRANI

sfera24-morte

“In qualche momento la divisione dovette condurre a “unità” che, composte bensì, ma non ancora organizzate, fecero da mediatrici tra vita e non-vita, gruppi di molecole costituenti il passaggio tra ordine vitale e mera chimica.” Thomas Mann

umberto-eco-numero-zero-625766_tn

Qualcuno digita nella rete “umberto eco numero zero giudizi” e arriva fino al nostro marginale blog grazie al potere dei rizomi informatici e una qualche forma di intelligenza che le macchine cominciano ad avere. Noi non abbiamo ancora letto il libro…

View original post 234 altre parole

Annunci