Il destino apparecchia i conti: hanno arrestato Danilo Coppola “cocco” della finanziera Bruna Segre

coppola-danilo-ansa-258

Hanno arrestato Danilo Coppola! Non Frank Coppola, detto “tre dita”, criminale degli anni ’70 a me più simpatico del bancarottiere in oggetto. Questo di oggi è solo il “cocco” della signora Bruna Segre, (defunta dal 10 settembre 2014) “finanziera” appartenente alla nota famiglia di piemontesi straricchi, azionista – a suo tempo – di maggioranza della CO.FI.TO. Spa, società di cui altre volte vi ho parlato a proposito dell’acquisto delle quote della Carro/Monitoring (intercettazioni telefoniche e braccialetto elettronico), di tale Mario Traverso e nelle disponibilità degli specialisti del ramo tecnologico, Francesco e Giovanni Pirinoli. Ma oggi gioisco e basta, ormai vecchio cattivo come sono diventato. A riparlarvi della tresca tra Mario Traverso, Edmondo Monda, Francesco Pirinoli e la Intermobiliare (dove era anche azionista Coppola) c’è ancora tempo perché come si evince da questo blog, io sono ancora vivo. 

bruna segre

Ma la signora Segre (che non rispose mai ad una raccomandata accorata in cui le descrivevamo la gravissima situazione in cui ci metteva con l’acquisto della Carro/Monitoring) non è ancora morta? E Giovanni e Francesco Pirinoli come stanno? Mario Traverso non si è ancora andato a schiantare contro un TIR, rimanendo paralizzato a vita, guidando una delle sue tante BMW? Di Eddy Monda invece sappiamo che gode ottima salute fornendo, in quel di Torino, servizi giuridici al miglior offerente ora che non serve più la Repubblica Italiana. Tra i clienti annovera, con reciproca soddisfazione, Aurelio Voarino (conoscete?) e ed Ezio Bigotti (conoscete?). Come è la vita? Affascinante!

segre-crocetta-1434

Diceva tempo addietro il geniale Leibniz: “L’evoluzione piuttosto assomiglia a uno scultore vagabondo che passeggia per il mondo e raccoglie un filo qui, una latta là, un pezzo di legno più in là, e li unisce nel modo consentito dalle loro strutture e circostanze, senza altro motivo se non che è lui che può unirli. E, così, nel suo vagabondare, si producono forme complesse composte da parti armonicamente interconnesse, che non sono prodotto di un progetto ma di una deriva naturale“.

sommaria

Il grande pensatore, sia pur scienziato preveggente, non poteva pensare di arrivare a descrivere fili, latte, pezzi di legno come Voarino, Traverso, Bigotti, Segre, Pirinoli, lasciando ad Edmondo Monda il compito, quale scultore vagabondo, in un prima e in un dopo, loro e me, unendoci in un solo luogo mentale attivo  quale è ancora la mia memoria. Struttura complessa quella dei miei ricordi (e questo bizzarro blog lo testimonia) che non è prodotto di un progetto ma di una deriva naturale. Che continua a “scorrere”, mostrando solo a me la natura malvagia e la pochezza delle loro esistenze. Finché vivono.

lisbona-inferno

Oreste Grani in veste di vecchio cattivo augurante tutti i mali del mondo a chi gli è stato, senza motivo alcuno, nemico e fonte di infinite difficoltà e dolori dell’anima. A me e alle persone a me care. Per i credenti le mie maledizioni potrebbero estendersi fino al dopo vita. Per cui se lor signori pensassero di essersela scampata in questa fase dell’esistenza, tengano presente che Satanasso, a cui hanno venduto l’anima tradendomi, li potrebbe aspettare ben armato per poterseli sodomizzare nelle fiamme ardenti, dove come è noto, neanche a chi di loro avesse predisposizioni sodomite, la cosa potrebbe assumere forma piacevole.   

Annunci