Senza intelligence preventiva al Comune di Roma i dilettanti che consigliano Raggi potrebbero vanificare i 770.000 voti

IMG_5431

Trasparenza va bene ma, come suggeriva da tempo questo marginale ed ininfluente blog, ci voleva un po’ di intelligence preventiva, “privata” e a cinque stelle DOC, coordinata (eventualmente) da Angelo Tofalo (non si interessa lui nel M5S di questo delicatissimo settore circondato come lo vedo da tanti ex d’ambiente?) che si sarebbe dovuto attivare, in sinergia con la Raggi e a protezione degli interessi repubblicani, perché non avvenissero infortuni del genere.

Il M5S deve capire (ma non lo fa da troppo tempo sordo a non pochi suggerimenti indirizzati, anche da questo blog, proprio a Tofalo) che senza intelligence “culturale”, ubiqua e schierata a difesa della Repubblica e di quanto nove milioni di italiani hanno implicitamente affidato al Movimento, nulla sarà possibile.

IMG_5434

Dilettantismi non sono più tollerabili dal momento che non è in gioco genericamente una tesi rispetto ad un’altra ma l’esistenza stessa della Repubblica così come la conosciamo. E non solo per un Si o per un NO.

Alemanno ha fatto la fine che ha fatto, tra l’altro, perché le spalle gliele guardava un generale dei CC (Mario Mori) arrivato stanco e obsoleto a capo della Sicurezza del Comune di Roma che, torno a ricordarlo, è la Capitale del Paese.

Ragazzi sveglia o i 770.000 voti come sono arrivati se ne potrebbero andare.

Le immagini che corredano il post si riferiscono a telecamere comprate con i vostri soldi prestati all’ATAC e mai entrate in funzione. Riguardano un parcheggio alla fermata metro Eur Magliana. Uno dei tantissimi sprechi per cui dopo non ci sono soldi per autisti e parco vetture adeguato. Decine di telecamere dislocate su pali che non sorvegliano nulla. Tecnologia che è servita solo a far arricchire chi le ha piazzate e chi nell’ATAC le ha comprate. Signora Sindaco la realtà è più complessa di come appare e senza saper estrarre dalla realtà ciò che c’è e non si vede, amministrare Roma sarà difficile. Farlo senza un servizio di intelligence preventivamente attivato e reso pronto – dopo opportuni e ragionati reclutamenti e selezioni – sarà impossibile. Non faccio lo iettatore ma se il Movimento non si scuote su questo terreno nessuna “brava persona” potrà farcela. Informare, disinformare, costruire “misure attive” è sapienza che non si apprende in una notte o consultando un po’ di fonti aperte in rete.  Non si deve ritenere di poter amministrare la Cosa Pubblica, cioè la Repubblica, fine ultimo per cui Lei è stata eletta, senza intelligence a …5 Stelle, che ad oggi, si vede non esiste.

IMG_5436

Di intelligente in ciò che comincia ad accadereLe mi sembra che non ci sia nulla perché di tutto questo tutti i cultori della materia non solo erano certi  che sarebbe accaduto ma avrebbero potuto, opportunamente individuati preventivamente, “guardarle le spalle”. A Lei e alla nostra Comunità da troppi anni trattata con violenza e malaffare. Comunque, si ricordi, meglio tardi che mai.

Oreste Grani/Leo Rugens


Schermata 2016-09-01 a 10.00.59Schermata 2016-09-01 a 10.01.28

Advertisements