Siamo solo tre, tre somari e tre briganti

Schermata 2016-09-04 a 22.19.45

Si sapeva che sulla portaerei Garibaldi (che vi è costata quanto la messa in sicurezza di tutta la zona sismica dell’Italia centrale), ancorata antistante Ventotene, si riunivano due signori e una signora, in piena campagna elettorale, tutti e tre preoccupati della propria sorte nelle urne. Si sapeva ma non tutti prevedevano un scuffia come quella che ha colpito in pieno viso la Tetesca di Cermania, cancelliera cancellata dal panorama politico proprio nel suo collegio. Non oso pensare come si metterà per Hollande contro chiunque lo sfidi. Di “quanto” si prepari a perdere Renzi è dato dall’informazione che la sua ministra prediletta, la burrosa Boschi, comincia a far sapere che prima di fine novembre non si voterà per il Referendum. Che è come dire: “Prima di massacrarci fateci mangiare il panettone promettendovi che dopo scappiamo all’estero. Io e Lui”.

Oreste Grani/Leo Rugens

Advertisements