Ing. Stefano Fani facci sognare!!!!!! Non si dice così calcisticamente?

fiorentina

Cambiano i tempi ma non le modalità e le quantità. Le cifre, tradotte in lire, si assomigliano: 5 milioni di lire nel caso di Mario Chiesa, a Milano, nel febbraio del 1992 e, alcune ore addietro, 2.800 euro a Firenze. Mi sembra che si tratti di corruzione/concussione nella per benissimo e onestamente amministrata Firenze renziana. Non a Roma, ma a Firenze? Quindi, renziani distratti, i corrotti ve la fanno sotto il naso? Per lavori che riguardano la collettività che siano inerenti a piccoli edifici o a lavori “ferroviari” che passano di là. Sempre dalle vostre parti succedono le cose e voi mostrate essere dei superficiali conoscitori delle dinamiche corruttive. A meno che non siate voi stessi ad informare la Procura e questo sarebbe un buon inizio, per redimervi, con il cambio di ruolo implicito. Potrebbe essere così che i delatori (benemeriti) siate voi. Allora si spiegherebbero tante cose compreso il consiglio benevolo di Matteo Renzi a Virginia Raggi rispetto ai sospetti di corruzione che girano intorno ai Grandi Lavori romani.

Dice infatti l’uomo che potrebbe (nelle prossime settimane?) dover lui spiegare, a chi di dovere, se conosceva o meno il Presidente dell’Associazione Edili fiorentini, ing. Fani (sarà un po’ come chiedere ad Alemanno se conoscesse Francesco Gaetano Caltagirone) che se uno pensa che qualcuno rubbi, lo deve arrestare.

L’aspirante tirannello dimentica “chi deve fare cosa” nella Repubblica democratica rivolgendosi con tale fare “paracul-saccente” a Virginia Raggi a proposito della Linea C.

A questo siamo? E a uno come Matteo Renzi sono affidate (ma da chi e quando?) le sorti della collettività?

Siete affidati (per ora) a uno che, secondo i valori di riferimento tradizionali, sia il su’ babbo che la su’ mamma, se non vi spiegano fino in fondo cosa intendessero fare quando versavano i contributi taroccati del loro figliolo, andrebbero da considerare un po’ ladri.

Almeno, come si diceva un tempo, ladri di verità. Chissà se è un reato dire di qualcuno che è un ladro di verità?

Tornando a Firenze, ai costruttori e a vecchie questioni intorno agli stadi e alle Caserme dei Marescialli, io, che non sono nessuno, sarei più prudente se fossi Renzi e, comunque, da “nessuno ulissiano” mi aspetto sorprese intorno a queste conoscenze fiorentine.

Come fu per il mariuolo Mario Chiesa che, dopo un paio di mesi a bagno maria, se la cantò e su cui Craxi fu imprudente e sottovalutatore.

Finirono centinaia di carriere politiche. In questo caso ci accontenteremmo di una sola. Ma quella buona. Forza Fani, facci sognare!

Non si dice così calcisticamente?

Oreste Grani/Leo Rugens

schermata-2016-11-08-a-08-09-36schermata-2016-11-08-a-08-10-05schermata-2016-11-08-a-08-10-22

Annunci