Ma cosa celano queste continue accuse di “populismo”?

schermata-2016-11-13-a-11-12-51

Dopo Trump, titolano giornali e tv, arriva l’ora per i populismi? Direi che, con le dovute proporzioni, in realtà, se fosse così, Trump arriverebbe buon ultimo o al massimo penultimo.

Le variegate realtà che in giro per il mondo gli imbecilli organizzati e i servi delle oligarchie chiamano da qualche tempo “populismi” sono stati spiegati dal Prof. Aldo Giannuli nella trasmissione OMNIBUS di questa mattina 13/11/2016 con un tale livello di chiarezza e di facilità di comprensione che se la “lezione” fosse fatta ascoltare a tutti gli italiani in età di voto, farebbe finire il prossimo referendum 85% a 15%, dove, quel 15% di SI, sarebbe rappresentato da gente che, vivendo di partitocrazia e di malaffare, giustamente, tenderebbe a conservare un sistema di connivenze rizomiche tra gentaccia furba alla Silvio Berlusconi e gentaccia (fino ad oggi fortunata) alla Matteo Renzi.  Fortuna che mi sembra stia per finire vista la leggerezza con cui si è fatto spingere a farsi tappettino della signora Clinton a poche ore dalla sonora sconfitta.

Per quanto riguarda il termine “populismo” abusato rimando al link del sito della trasmissione ed a un suo eventuale rispettoso ascolto.

Io, viceversa, nella mia semplicità di pensiero, mi riferirò esclusivamente ai movimenti di protesta (e vuoi vedere che neanche quello si può fare) ormai diffusi da anni sotto tutte le latitudini, quali estremo e certamente ingenuo tentativo di rivolta di popoli stanchi di essere vessati da élite dispotiche e sanguinarie.

Da anni esistono e stanno paradossalmente già vivendo una loro seconda stagione e mutazione, solo apparentemente epidermica ma a mio giudizio più organicamente profonda.

Vedi, esempio per tutti, il M5S, in Italia.

Altro che M5S = populismo, usando sciattamente il termine in senso dispregiativo.

grillo-e-casaleggio

Nato su una spinta di un’avanguardia di popolo stanco della degenerazione partitocratica, della corruzione diffusa e della connivenza tra segmenti dello Stato e la criminalità organizzata e interpretato magistralmente dalla strana ed efficientissima coppia Casaleggio-Grillo, è questo movimento (partecipato e sostenuto culturalmente anche da persone quali Giannuli) che detta, laboratorio universale, la linea politica a cui ispirarsi per uscire dall’orrore in cui gli oligarchi sanguinari ci hanno buttato. Il modello M5S, dopo la protesta, è l’unica possibilità di interrompere la sequenza delle attività politiche tiranniche che tendono a generare continui focolai di lacerazione negli Stati, lacerazioni che in alcuni casi sfociano in forme larvate o meno di guerre civili.

Trump eventualmente non è il modello (vedremo se sarà qualcosa) ma uno scimmiottatore (inconsapevole) di quanto si sta sperimentando nella nostra Italietta.

Ma non ad opera di Renzino Mattetto o dei folletti magici che dovessero abitare il boschetto della Boschi.

Ormai, in Italia, migliaia di persone appassionate e rispettose della cosa pubblica (dove di fatto è nata), sono in seduta permanente grazie alla telematica e appena possono concorrono ai ragionamenti propedeutici alle scelte che riguardano la convivenza civile e le scelte politiche.

È in corso, piccole talpe insulse, un grande esperimento di crescita individuale che porterà milioni di persone a capire di cosa si ragiona e ad esprimere (con gli ovvi possibili errori) il proprio pensiero. Meglio gli errori delle tante Virginia Raggi che le abilità dei complici per scelta dei criminali saccheggiatori delle casse comuni e comunali.

Individui consapevoli e con un alto livello di coscienza individuale, alla fine, prenderanno, nelle loro mani, i loro destini di singoli e di comunità. E allora la partita sarà chiusa anche e grazie alla Strana Coppia Casaleggio-Grillo.

Forza ragazzi, non mollate un attimo di discutere nel web tra di voi e con chiunque lo meriti e aumentate, se vi è possibile, l’ascolto e l’apprendimento di pensieri scientifici che vi vengono affidati da persone competenti.

Grazie professore.

Oreste Grani/Leo Rugens

VEDI LA TRASMISSIONE OMNIBUS

Annunci