A volte non basta un Remington calibro 22. Riceviamo e pubblichiamo

Riceviamo e pubblichiamo, lieti di aver suscitato una tale riflessione in un anonimo lettore che ha scelto per farlo un bello pseudonimo (Alex-ander Supertramp) che cela evidentemente complessità d’animo e di pensieri. Forse anche di azioni consone. Pronti a ricevere altro. Ribadendo però la nostra “ininfluenza e marginalità” sperando di essere ben interpretati da un ammiratore di “Supertramp”.   Oreste Grani

1-a-silenzi-sculture-dacqua-02-jpg

Cari lettori di questo “influente” e “significativo” blog, mi trovo – immodestamente – a scrivere – per la prima volta – un breve pensiero sul tema dell’acqua, in quanto risorsa fondamentale per lo sviluppo della specie umana e per interpretare l’evolversi di scenari futuri a livello geopolitico.

Vista l’ampiezza e la delicatezza della tematica, e nella difficoltà di scegliere un punto di partenza per il ragionamento, ho deciso di partire dalla definizione più generica che, banalmente, ho trovato su Wikipedia:

“L’acqua in natura è tra i principali costituenti degli ecosistemi ed è alla base di tutte le forme di vita conosciute, compreso l’Homo sapiens sapiens; ad essa è dovuta anche la stessa origine della vita sul nostro pianeta ed è inoltre indispensabile anche nell’uso civile, agricolo e industriale; l’uomo ha riconosciuto sin da tempi antichissimi la sua importanza, identificandola come uno dei principali elementi costitutivi dell’universo e attribuendole un profondo valore simbolico, riscontrabile nelle principali religioni. Sul pianeta Terra l’acqua copre il 71,11% della superficie del pianeta ed è il principale costituente del corpo umano.

Già a partire dalla sola lettura di queste definizioni, risulta immediato e semplice comprendere come tutto, compresa l’esistenza della vita stessa sulla terra, ruoti intorno a questo elemento. Il ruolo dell’evoluzione umana è imprescindibilmente condizionato e legato all’acqua. L’acqua è elemento di congiunzione fra una dimensione atomistica “L’acqua è un composto chimico di formula molecolare H2O in cui i due atomi di idrogeno sono legati all’atomo di ossigeno con legame covalente polare….” ed una spirituale, metafisica e simbolica.

L’assetto geopolitico attuale ed i futuri sviluppi sono, e saranno, sempre di più condizionati e legati all’uso che verrà fatto di questa risorsa.

L’attività antropica, gli interessi economici ed i cambiamenti climatici, hanno storicamente determinato l’evoluzione della razza umana e, conseguentemente, stanno condizionando, e condizioneranno, il prossimo futuro.

acqua1

L’accesso alla risorsa, la sua gestione e lo sviluppo di tecnologie per restituire questo elemento alla sua forma più pura, in contrasto ai cambiamenti climatici e ad un sempre più crescente inquinamento, saranno elementi cruciali per la definizione dei prossimi scenari futuri.

È solo attraverso un uso consapevole, sostenibile, nel rispetto dei principi di equità e parità di trattamento, che si giocherà una partita – a livello globale – secondo la quale l’accesso e la distribuzione di questa risorsa sia fonte di un reale sviluppo per l’umanità e non “strumento di guerra” in mano a pochi.

So che potrà apparire banale il ragionamento sopra espresso, ma sono certo che, con l’aiuto del progresso tecnologico e scientifico, solo mantenendo alti i principi e le finalità del pensiero potrà esser costruito un percorso di pace e stabilità, in controtendenza con la deriva populista e guerrafondaia alla quale una parte del mondo sembra tendere.

Mi piace concludere, da appassionato di cinema quale sono, con una citazione tratta da uno dei miei film preferiti film “in mezzo scorre il fiume ” di Robert Redford il cui protagonista Norman Mclean (autore dell’omonimo libro “A River Runs Through It” ) nel monologo finale recita:

<<..alla fine tutte le cose si fondono in una sola, e un fiume l’attraversa. Il fiume fu scavato dal grande fluire del mondo, e scorre tra le rocce dall’inizio dei tempi. Sopra le rocce sostano gocce di pioggia senza tempo. Sotto le rocce sostano le parole, e alcune delle parole sono le loro. Sono tormentato dal fiume…>>

Firmato

Alex Supertramp

Advertisements