Anche oggi una buonissima ragione per votare No!

In nessun Paese si continuerebbe a tollerare un tale tasso di illegalità sostanziale (la Consulta ciclicamente sancisce questo grado di deterioramento e di contraddizioni legislative frutto di mala fede o di incompetenza che siano), se non ci fosse una “cosa politica” tipo M5S che, mantenendo viva la speranza di un futuro migliore per la Repubblica e la sua gente, fa da ammortizzatore e salva di fatto il culo di molti di questi delinquenti di Stato. Vi hanno detto da poche ore che chi, con sapienza, esamina il quadro giuridico, lo vede ormai impossibilitato a far vivere in modo equo milioni di persone sotto la stessa realtà amministrativa. Le leggi cominciano ad incasinarsi per visione opportunistica e miope di chi le elabora. Quanto dalla Consulta è stato ieri sentenziato dice che questi usurpatori sono delle seghe incapaci perfino di scrivere le leggi e implicitamente vi stanno dicendo che se queste stesse pippe spaziali vogliono farsi traghettatori verso una nuova “costituzione” bisogna metterci una pezza, chiamare la Croce Verde (ma esiste ancora?) e, prudentemente, farli rinchiudere.

Se non vi sembra un buon motivo per votare NO, provate a risolvere i vostri problemi mentali andando al Ponte di Ariccia e, scavalcata la rete protettiva sottostante, buttatevi nel vuoto salvifico.

Vota No! Vota No! Vota No! direbbe Antonio De Curtis, anche lui preoccupato della situazione.

Oreste Grani

Annunci