Secondo voi possiamo ancora sopportare tutto questo?

caltagirone

Francesco Gaetano Caltagirone

Ieri, ci siamo appropriati dei primi due “Secondo voi” pensati e resi pubblici dal direttore del “Il Fatto Quotidiano” Mario Travaglio e, come promesso, oggi amplifichiamo e ripostiamo, i terzo e il quarto.

Il Terzo “Secondo voi”.

“Secondo voi è normale che chi sa dell’inchiesta sulla Raggi per abuso e falso non sappia che da due anni il Governatore del Lazio, Nicola Zingaretti, è indagato per corruzione e turbativa d’asta in Mafia Capitale e che si è avvalso della facoltà di non rispondere davanti ai giudici del processo  “Buzzi-Carminati ed altri” che tentavano di interrogarlo?

Il Quarto “Secondo voi”:

“Secondo voi è normale che l’ex assessore Paola Muraro sia stata crocifissa con 400 articoli di giornali, associata anche da Renzi a Mafia Capitale per aver lavorato come consulente dell’AMA con vari dirigenti, tra i quali alcuni poi finiti in Mafia Capitale, mentre Giuliano Poletti, che andava a cena con Buzzi, Panzironi, Casamonica e Alemanno, ora tutti imputati per Mafia capitale, è stato promosso dal PD a ministro sia nei Governi Renzi che Gentiloni?”

buzzi-poletti

Come vedete – se ricordate i primi due “Secondo voi” ieri pubblicati – ce ne sarebbe già abbastanza per decidere la sperequazione in queste vicende dove la somarella “assicurata” ha agito come non doveva agire ma a travi e pagliuzze c’è da diventare ciechi da tutti e tre gli occhi se uno ne avesse tre.

A domani con i  “Secondo voi”, cinque e sei. Entro domenica, finiamo gli undici “Secondo voi” travaglini e aggiungeremo il nostro (sarà il dodicesimo!) su cosa, secondo noi, non funziona in questa sporca, artatamente costruita, vicenda romana. Intendendo non quella similmafiosa ma quella sediziosa ed eversiva di aver preparato, con mesi di anticipo, la paralisi della Capitale al solo fine (cosa non minore) di dimostrare che i Grillini non possono governare la cosa pubblica perché sono “come tutti gli altri”. Questo (sono come tutti gli altri!) certamente fu il target della riunione segretissima di preparazione del “pacco” che qualcuno ha confezionato e puntualmente ha fatto consegnare ai cittadini romani ma soprattutto alla speranza di un radicale cambiamento dei paradigmi culturali con cui, alla fine, risollevare la già tanto stanca e sgarrupata Repubblica democratica. Che tale non vogliono arrivi ad essere i Palazzinari Romani e il loro Capo indiscusso, Francesco Gaetano Caltagirone.

A pensar male – spesso – come diceva il loro Divo Giulio Andreotti, ci si prende. E vuoi vedere che noi, marginali ed ininfluenti come siamo, ci stiamo “prendendo” ad ipotizzare riunioni, riunioni e ancora riunioni preparatorie per l’attacco al “cuore della democrazia”?

Vuoi vedere che un giorno, una dimenticata capacità di ascolto (se Dio vuole, può succedere) ci rivelerà un dettaglio investigativo che, se interpretato, ci porterà al mandante? Se Dio vuole!

Oreste Grani/Leo Rugens che, pur di vedere finire in manette, i mandanti della “Congiura dei Raggi”, è pronto a farsi credente.

Advertisements