Finalmente in pieno parlamento repubblicano ho sentito fischiare il vento. Un vento a cinque stelle

5 Star Rating

Forza ragazzi, finalmente, come avevamo auspicato da tempo, vi siete alzati in piedi nel Parlamento Repubblicano a cantargliele. Oggi, il bravo ragazzo Luigi Di Maio, quello che ritenevate più malleabile, ve le ha declamate con schiena drittissima e con linguaggio che non può essere frainteso. Il ragazzo dalla faccia pulita vi ha invitato, finalmente, senza se e senza ma, a spegnere la luce e ad ritirarvi in buon ordine prima che … sia troppo tardi.  Avete fatto a questo Paese più danni della Seconda guerra mondiale, il vostro impero è finito, fatevi da parte e lasciateci andare a votare“. Finalmente, siamo all’attacco. E ora, finito l’effetto delle misure attive (le polpette avvelenate) contro la Raggi, non ce ne sarà più per nessuno.

Oreste Grani/Leo Rugens

Advertisements