Del Governo Renzi/Gentiloni il ministro Del Rio sembrava una persona seria. Sembrava!

corradi

Caro Del Rio, Maradona de che? Ma siamo impazziti? Maradona è stato tra i quattro/cinque più brillanti e fantasiosi giocatori del Mondo e Matteo Renzi, se vogliamo rimanere per forza nella metafora calcistica, può essere, al massimo, paragonato ad un onesto faticatore della pelota quale è stato il senese Bernardo Corradi che la sera, almeno, andava a dormire con una bella donna come Elena Santarelli mentre, se non lo avete capito, noi, non solo non crediamo che Renzi andasse a dormire con la Boschi (di giorno qualche volta un abbraccino se lo sono forse concesso), ma se proprio ci andava, in realtà, la burrosa toscana ammiratrice di Denis Verdini (non lo dimenticate), a noi non è mai piaciuta. Troppo poco intelligente. Furba certamente, seduttiva ma non certamente seducente come ci piacciono a noi della vecchia guardia.

Ma torniamo alle cose serie e al disastro etico-morale che questi personaggetti che si sono organizzati intorno ad Attanasio Cavallo Vanesio Renzi continuano a perpetuare, disinformando, disinformando, disinformando.

Ad esempio la questione CONSIP è semplice: qualcuno in quella storia mente. Punto. La disinformazione che attua uno come Del Rio, davanti alla Lilli Gruber sempre più pronta a tutto, arriva a sostenere che uno è credibile (Lotti), senza avere il coraggio di dire che l’altro è un mentitore (Luigi Marroni). Il tutto senza offrire nessuna prova logica di questa affermazione. Al massimo questa gente arriva a dire: Lotti è uno dei nostri, lo conosco, e quindi non mente. Vuol dire, caro Del Rio, che è Luigi Marroni a mentire. Terza ipotesi non è data. Vogliamo deciderci ad un po’ di logica?

Oreste Grani/Leo Rugens

Advertisements