Alfredo Romeo si vendica. Santo sentimento se ci può liberare da gente come Ezio Bigotti e Aurelio Voarino

Rileggere non può certo fare male.

Leo Rugens

vendetta-ti-trovi-riva-fiume  

Di me, ovviamente, so alcune cose. Una, certamente, è che porto iella a chi pensa di fare il paraculo con me. O meglio, porto iella a chi dovesse pensare che siccome sono un poveraccio, vecchio e malato, vestito di abiti che persone che mi stimano mi regalano, che non indosso orologi fichi, che prendo gli autobus e le metropolitane, che vivo nell’estrema periferia della città, mi si può trattare come uno stupido disadattato Mi incazzo in particolare con quelli che nel trattare me con particolare volgarità e scarsissima intelligenza fanno danno alla nostra collettività. Che già è tanto derelitta. Uno di questi arroganti, ciucci presuntuosi, oscuri nemici del nostro Paese, è l’ormai noto a tutti Ezio Bigotti. Quello che, citato nel pezzo che riproduco, finalmente è messo sotto la doverosa lente di ingrandimento dalla magistratura e dalla stampa. Lui e il suo sottopanza, factotum servizievole, Aurelio Voarino.

Il criminale…

View original post 2.783 altre parole

Annunci