Consip ancora Consip fortissimamente Consip

LuigiMarroni-

Una volta tanto non andrò per il sottile: per parare il colpo in Consip, intorno a Consip, contro Consip sono pronto a chiudere un occhio se in Parlamento ci si dovesse ritrovare, spalla a spalla, con leghisti e forza italioti semi-onesti, a sostenere l’AD Luigi Marroni.

La posta in gioco è tra le più complesse che si possano immaginare e non solo per gli ingentissimi importi. Lo scontro contempla i perché gente come Ezio Bigotti/Aurelio Voarino ed altri volessero, per forza, vincere l’appalto che avrebbe consentito loro di poter offrire, a non si sa ancora chi, il privilegio di essere gli esecutori delle pulizie degli edifici allocati nel Lotto 10 che, come ricorderete, corrisponde al centro della Capitale. Dico dal primo giorno che questo penetrare indisturbati le maggiori sedi istituzionali era il vero obiettivo di questo colpo di mano solo apparentemente affaristico. E lo dico in una splendida solitudine che mii insospettisce sempre di più. Dico che se non va avanti questa indagine non si capirà cosa ruotava intorno a quelle pulizie di cessi, scrivanie, condutture di areazione, sale riunioni. Con annesse le tecnologie installate in quei locali. Un sogno per qualunque intelligence del mondo, amica o nemica del nostro Paese. Per questo da Leo Rugens, il 28 febbraio 2013 partì il messaggio al M5S di provare, in tutti i modi, a mantenere la massima allerta su CONSIP (CONSIP CONSIP FORTISSIMAMENTE CONSIP. I PATRIOTI DEL M5S SI MERITANO DI POTER VIGILARE SU CONSIP. PER COMINCIARE). Per l’esattezza cercammo di far capire loro che il combinato ottimale sarebbe stato CONSIP-COPASIR più che la semi inutile commissione di Vigilanza sulla RAI. Ma i cittadini organizzatisi nel MoVimento, all’epoca (ormai quattro anni), erano veramente troppo impreparati per sapere cosa un marginale e ininfluente blog intendeva segnalare loro.

tiziano-renzi--2-10

Amici pentastellati, su CONSIP non mollate, non tanto per la questione Renzi e famiglia ma per sapere a quali interessi reconditi e ambienti oscuri rispondevano gli imprenditori che si battevano per ottenere l’assegnazione del LOTTO 10. Vediamo se da queste parti ci sbagliamo quando diciamo che un pulitore di cessi vale molto per una struttura di intelligence che fosse, non dico intelligente, ma anche solo furba.

Oreste Grani/Leo Rugens pronto anche su questo punto a presentarsi, con la massima tempestività, come già fatto per altro su altro tema, alla Procura della Repubblica, se decidesse di richiamarmi per avere i chiarimenti del caso.

Annunci