Edgar Morin – il grande vegliardo – torna sul tema della complessità

Chi sa di me, sa che sono stato influenzato (ritengo positivamente), anni addietro, da un incontro prolungato (alcuni giorni) con il filosofo Edgar Morin. Incontro e conoscenza che mi procurai, tramite la sua allieva italiana preferita (Emanuela Bambara) che era, a sua volta, anche il mio braccio destro (sono mancino di nascita e ambidestro per addestramento) dell’epoca. Con il Professore ci recammo insieme in Calabria, a Nardodipace, in provincia di Vibo Valenzia. Da lì, con il maestro e con altri intellettuali sempre da  Bambara e da me invitati, lanciammo un appello verso le popolazioni del Mediterraneo che ancora oggi suona ricco di spunti e riflessioni attualissime e che un giorno vi riprodurrò integralmente.  Apprendo dalla rete che il professore (94 anni!!!!) ha licenziato un altro libro di cui ritengo doveroso, prima ancora di leggerlo, dare notizia. Saccheggio pensieri di altri ma che mi sembrano appassionati e competenti.

Oreste Grani/Leo Rugens

Schermata 2017-07-05 a 08.17.19Schermata 2017-07-05 a 08.17.44Schermata 2017-07-05 a 08.17.58

Annunci