Oggi narro, con parole d’altri, ciò che non accadde e, non accadendo, l’Italia sta come sta

E’ ESTATE FA CALDO SE UNO VUOLE PUO’ PERDERE TEMPO A RILEGGERE LE MIE FANTASIE D’UN TEMPO.

Leo Rugens

gianni_agnelli_lultimo_principe__22406

Oggi narro, con parole d’altri, ciò che non accadde e, non accadendo, l’Italia sta come sta. Nel racconto breve si tratta di tale Ugo Pecchioli e di un “complotto finanziario” mai avvenuto ma che sarebbe stato opportuno che avvenisse. Evocando Pecchioli, sono costretto a pensare a Domenico Minniti, detto Marco, che risulta essere il vostro Ministro dell’Interno dopo che, per anni, è stato il raccordo fra “servizi segreti” e Governo. Con quali risultati, ditelo voi.

Oreste Grani/Leo Rugens

agnelli

La Disfatta

Alle 8,02 la torre di controllo dell’aeroporto di Ciampino diede l’okay per l’atterraggio, l’EKET bianco, il bireattore dell’Avvocato, eseguita la manovra si fermò sul piazzale accanto al Mystère del petroliere Attilio Monti e ad un elicottero della Guardia di Finanza. L’Avvocato salì sulla “130” blu che infilò l’Appia antica, verso il centro della città.

Era di ottimo umore; l’indomani si sposava la figlia Margherita con il figlio del rabbino di Parigi; una…

View original post 2.895 altre parole

Annunci