Malta, ‘ndrangheta, azzardo e cyber-war

Il 23 e 24 ottobre la Commissione antimafia sarà a Malta per discutere di gioco d’azzardo e riciclaggio; era ora. Buon lavoro e non dimenticate di recitare una preghiera per Daphne Caruana Galizia.
La redazione

Leo Rugens

Schermata 2015-07-24 alle 12.38.03

NEW YORK – Due hacker italiani finiscono in prima pagina sul New York Times. Luigi Auriemma, 32 anni, e Donato Ferrante, di 28, sono due figure emblematiche della nuova cyber-guerra. Eroi o mercenari, a seconda dei punti di vista. Sabotatori di professione, o capaci di salvarci dall’Apocalisse di un attacco terroristico.

Il New York Times racconta la loro storia perché è l’altra faccia della vicenda di Edward Snowden, il giovane transfuga della National Security Agency che ha rivelato al mondo intero l’estensione dello spionaggio americano sulle nostre email, telefonate, conti bancari. La storia di Auriemma e Ferrante dimostra che furono proprio i servizi segreti americani a iniziare lo sfruttamento della cyber- pirateria come nuova forma di guerra, della quale poi divennero loro stessi i bersagli.

Il punto di svolta nella storia è rappresentato dall’operazione Stuxnet, il nome in codice del “baco” informatico con cui gli Usa e Israele sabotarono il…

View original post 1.261 altre parole

Annunci