Vanna Marchi e Silvio Berlusconi: tra i due – tutta la vita – la signora delle televendite

PROMO_LA_CONFESSIONE_VANNA_MARCHI_2

Quando sono arrivato a dire che Silvio Berlusconi era in realtà una Vanna Marchi della politica, ignoravo che la Marchi e Berlusconi, tramite Marcello Dell’Utri, si conoscevano. Anzi, abbiamo appreso, grazie ad una brillante intervista di Peter Gomez sul canale 9, ieri sera, che, un tempo, Berlusconi le aveva offerto di condurre “Ok Il prezzo è giusto”. E, ora che ci penso, la cosa è altamente credibile.

9 anni e passa a Vanna Marchi per le truffe attuate vendendo “numeri del lotto e speranze di guarigioni miracolose”, mi sono sempre sembrati troppi ma questa opinione sulla sperequazione della pena mi si è radicata mentre la rivedevo intervistata. Le cifre da lei semi-estorte (importi e numero di truffati), paragonate ai raggiri delle banche e banchette e a quanto succede tutti i giorni, tra chi esce e chi non entra neanche in carcere, mi sembra che qualcuno gliele abbia fatte pagare un po’ troppo. La signora delle televendite si sposa (auguri) e si prepara a fare, per vivere dignitosamente come merita, ciò che il talento innegabile le consente: farà formazione per futuri venditori. In bocca al lupo, signora. Ora che ha pagato il prezzo giusto (o forse un po’ sproporzionato) mi è ancora più simpatica.

Oreste Grani/Leo Rugens