Papa Francesco ritiene il gioco d’azzardo un serpente! Anch’io!

Il Papa mi legge e mi ascolta. Così mi piace credere. Ma mi deve rispondere compiutamente. Se il gioco d’azzardo (elettronico) strozza le vittime come un serpente, è urgente sapere quello che da anni chiedo inutilmente. Se sbaglio, mi si tappi la bocca con una smentita. Se ho ragione, si deve catturare il serpente e schiacciargli la testa. Almeno se lo si è accolto, inconsapevolmente, in locali di proprietà di ordini religiosi e nel cuore della Capitale.

Ho una pazienza infinita come si deduce dalle date delle mie segnalazioni, ma ti sarei grato, Santo Padre, se potessi avere una risposta chiara prima di chiudere gli occhi.

Oreste Grani/Leo Rugens


DI CHI È L’IMMOBILE SITO A VIA VENETO 13, ROMA? È COSÌ DIFFICILE DARE UNA RISPOSTA? O IN VATICANO, SIAMO GIÀ TORNATI AI DUE PESI E DUE MISURE?

Avvenire_imagelarge

Che percentuale è 208 su 98.000? 1 su 471 circa. Sperando di non sbagliarmi. Bene, sappiate che – da oggi – qualora doveste dei soldi allo Stato, siete autorizzati a chiedere, nelle sedi opportune, un simile “sconto”. “Vorrei pagare un quattrocentosettantaunesimo di quanto vi devo così come avete concesso ad altri. A loro sì e a me no?”.

Fermiamoci qui tanto – avete capito – ci stiamo riferendo all’osceno trattamento di favore che gli spacciatori della “ludopatia” hanno ricevuto dallo Stato. Giustamente, l’Avvenire di questa mattina dedica tutta la prima pagina a questo “stupro della legalità” che il branco dei lobbisti ha inferto alla Repubblica Italiana. Le chiacchiere stanno a zero: il “ragionier Fantozzi” (e non Ugo) batte il Generale Repetto, 471 a 1! Rimane da chiedersi per quale motivo, l’attento, rigoroso quotidiano della CEI (l’Avvenire) non trovi anche il modo di aiutarmi a sapere chi sia stato (o sia ancora), il padrone dell’immobile di Via Veneto 13 Roma che io sostengo – da tempi non sospetti – essere stato dato in affitto ad una delle migliaia di Sale Giochi dove sono in funzione le macchinette rovina famiglie? Perché? Perchè? Passati inutilmente tempo e segnalazioni (È così difficile smentirci sul bene ecclesiale di Via Veneto 13 Roma, adiacente alla Chiesa dei Cappuccini, che noi riteniamo inopportunamente occupato da una Sala per Slot Machines?   –  Da mesi chiedo inutilmente di sapere se la “sala giochi” di Via Veneto 13 – Roma paga l’affitto ad una realtà ecclesiale  –  Esaminando i dettagli, a volte, si può scoprire il disegno del diabolico. Il silenzio sulle slot a via Veneto 13, è il segnale di un incuria che ci allarma  –  3-Speciale slot. Sulla questione slot a Via Veneto 13, scriviamo direttamente all’Avvenire, SIR, CEI, Famiglia Cristiana, Radio Vaticana prima di disturbare Papa Francesco  –  Ma di chi è la proprietà dell’immobile di Via Veneto 13, Roma, che “ospita” un Casinò? Lo chiedo inutilmente (lo ammetto!) da mesi) all’Avvenire, al SIR, a Famiglia Cristiana, alla Gendarmeria vaticana, al Santo Padre, da oggi, su questo silenzio, è in gioco la credibilità dello stesso Papa Francesco se non si dovesse venire a sapere chi “guadagna” (direttamente o indirettamente) dalla rovina dei poveri ludopati. Chiacchiere e fatti? Che ci vuole a smentirmi? Nella “Verità, la Pace”, diceva Papa Ratzinger. Se volete glielo potete anche chiedere dal momento che è ancora vivo.

Oreste Grani/Leo Rugens

Schermata 2015-03-04 a 17.30.13Schermata 2015-03-04 a 17.30.32Schermata 2015-03-04 a 17.30.45

CHIACCHIERE E FATTI: 1.500 “SALE PER SCOMMESSE” SEQUESTRATE ALLA ‘NDRANGHETA. DECINE DI ARRESTI. E VIA VENETO 13?

via veneto

Ieri – meritoriamente – è stato inferto un colpo (importante) al tessuto connettivo del riciclo: scoperte e “chiuse” 1500 sale   scommesse (anche e soprattutto elettroniche) dell’ndrangheta. Stiamo andando oltre i soliti bar e ristoranti al Pantheon o a Via Veneto. Il gioco (di Stato o iper-illecito che sia) è una delle opportunità che la criminalità si è sapientemente organizzata per pulire i proventi della droga, dei rifiuti, delle armi e della corruzione sui grandi e piccoli appalti. Gli unici a non sapere come sarebbe andata a finire erano quei deficienti delle Feste dell’Unità che testarono, anni addietro, nei maxi accampamenti para-politici (tortellini e lambrusco del buon tempo andato) le slot perché le famiglie trovassero trastullo.

Le famiglie ‘ndranghetiste, ovviamente.

L’Avvenire, quotidiano della CEI, questa mattina, ancora una volta, è in prima linea nella sottolineatura della gravità di tale connubio (gioco sfascia famiglie e criminalità) ma ancora una volta non si accorge dello scandaloso “Caso di Via Veneto 13”  su cui da anni chiediamo chiarimenti. Stimolato dalle sale “chiuse” ieri e dagli “imprenditori” del gioco d’azzardo arrestati, non è che per caso – finalmente – qualcuno “giornalisticamente” si accorge del paradosso che abbiamo da tempo non sospetto inutilmente denunciato del piccolo casinò alloggiato in un bene della Chiesa? A meno che qualcuno, cortesemente, non ci dimostri che quello da noi indicato non è più catastalmente un bene della Chiesa e all’ora, come ci hanno educato a fare, ci scuseremo e rimuoveremo dal web ogni notizia nel merito. Viceversa, ancora una volta, caro a noi Papa Francesco, chiedi a chi di dovere se ci stiamo sbagliando noi perché, qualora viceversa dovessimo ricordare bene come stanno le cose, se fossimo in Te  interverremmo d’imperio a risolvere la faccenda che riteniamo faccia scandalo a dieci passi dalla Chiesa e dall’Ossario dei Cappuccini. Possibile che il Papa che ha saputo mettere mano alla faccenda complessa dello IOR non trova modo di farci smentire su questo episodio solo apparentemente minore? Possibile che, ad esempio, non dico l’Agenzia SIR o il settimanale Famiglia Cristiana a cui – da anni – segnaliamo, inutilmente, l’ipotesi paradossale della sala scommesse allocata in un bene della Chiesa ma, almeno, la testata “Il Tempo”, quotidiano di Roma, così solerte (grazie al sussurratore Luigi Bisignani) nel denunciare i rischi che corre la vita del Santo Padre, non riesca a mandare un giovane cronista a verificare la rispondenza al vero di questa nostra affermazione? Possibile che il M5S romano (che ambisce a guidare la Città eterna e che, da  sempre, è in prima fila nella sacrosanta battaglia contro le slot) non abbia un militante che sia capace di recuperare – via web – questi nostri post da mesi e mesi pubblicati e mai smentiti? Possibile che ci si debba arrendere ai luoghi comuni dei “due pesi e due misure” e “a chiacchiere e fatti”?

Capisco che rischio se i fruitori di quei locali (loro sì) si accorgono della mia denuncia ma passando spesso da quelle parti, non riesco a tenere il dito fermo ogni volta che L’Avvenire”, giustamente come oggi, titola, in prima pagina, contro le slot.

Via Veneto, Roma. Panoramica del marciapiede sul quale si affaccia un locale dedicato al gioco d'azzardo

Il Santo Padre è noto al Mondo per aver impostato non poche riflessioni sulla dicotomia “Centro e periferia” e per questo in molti lo hanno scoperto e apprezzato quale pensatore onesto e complesso.

Carissimo a noi Papa Francesco, si avvicina il Giubileo straordinario perché sei tu che lo hai indetto: vediamo di non farci parlare dietro intorno ad un’altra complessità (altrettanto importante) quale è “Io e l’altro”. Questo a proposito del “denaro” che non si deve, in alcun modo, idolatrare o governare secondo il principio utilitaristico di “quello che tuo è mio e quello che è mio, è mio.

Queste cose lasciamole dire ai “comunisti ricchi”.

Rimaniamo in fiduciosa attesa che ad agire sia, quanto prima – oltre che il “gesuita” – anche il “francescano” che è in te. Come si dice: fin che c’è vita (parlo della mia, ovviamente) c’è speranza.

Oreste Grani/Leo Rugens

Di chi è l’immobile sito a Via Veneto 13, Roma? È così difficile dare una risposta? O in Vaticano, siamo già tornati ai due pesi e due misure?

Annunci


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...