Perché lo scrutinio del voto pervenuto dai seggi all’estero è stato sospeso?

MA IL VOTO ALL’ESTERO CHE FINE HA FATTO?

Leo Rugens

35-voto-estero

È una vecchia domanda: ma ce fate o ce siete? Schede sbagliate da Nord a Sud. Duecentomila nella sola Palermo. A Roma, ai Parioli, a via Tommaso Salvini, ci si accorge (in realtà è stato un elettore e non il presidente del seggio) che addirittura i nomi dei candidati sono sbagliati. Ad Alessandria (non quella d’Egitto) il voto è sospeso. A Mantova le schede erano sbagliate ma se ne sono accorti in tempo. Mi chiedo: chi è il responsabile di questi errori tecnici e perché i presidenti non fanno verifiche prima di insediare il seggio?

Vediamo nelle prossime ore se il fenomeno è circoscritto.

Per il voto proveniente dall’estero lo scrutinio è stato formalmente sospeso ma nessuno sa esattamente il perché. Questa notizia comparsa a RaiNews 24 avrebbe bisogno di chiarimenti o di smentite. Forse, essendo voti determinanti per la vittoria del M5S (il MoVimento, comunque, sta per vincere) sarebbe…

View original post 50 altre parole