Aldo Moro: alla ricerca del movente primo

aldo_moro

In questi anni (sono entrato nel settimo) vissuti anche da blogger, ho scritto tanto su terrorismo e riferendomi all’attacco che il Paese subì quando Aldo Moro fu prima rapito e poi ucciso. Avvicinandoci a quel fatale 16 marzo, voglio omaggiare lo statista postando un pezzo di qualità superiore che compare oggi sull’Avvenire (e dove doveva comparire?) a firma di un valente giornalista/analista di cose complesse quale Gianfranco Marcelli che è andato a pescare, per non dimenticare il valore della perdita, un riferimento “storico” (il discorso citato è del 19 aprile del 1972!!!) che ci desse la statura di “chi” e di “cosa” si volle colpire in quei 55 giorni (anche prima e per un po’ anche dopo) perché rimanessimo orfani e, come tali, particolarmente in politica estera, senza guida e facili prede di suggestioni e corruzione.

Oreste Grani/Leo Rugens

Schermata 2018-03-13 a 19.59.09Schermata 2018-03-13 a 19.59.37Schermata 2018-03-13 a 20.00.00

 

Annunci