Archivio Mensile: Maggio, 2018

Chiedo soldi anche il giorno del mio compleanno

Essere vecchio e sentirsi giovane? Possibile. Altrettanto, può accadere di essere giovane e sentirsi vecchio. Sono suggestioni a tempo determinato. In realtà, giovane è giovane e vecchio è vecchio. Lo schema delle sette… Continua a leggere

Un gran titolo: il metodo della strage come dialettica politica

Su segnalazione di persona avveduta e sensibile al tema, arriviamo a leggere l’articolo, a firma Alessandro Calì, che trovate a seguire. Il pezzo compare in queste ore nel luogo telematico del Movimento Agende… Continua a leggere

Strana espressione quella usata da Grillo: colpo di stato contro il M5S

Un colpo di Stato dichiarato da un cittadino elettore che ha un tasso di affidabilità altissimo (questa valutazione è figlia della scala di valori di Leo Rugens che, a sua volta, è luogo… Continua a leggere

Stop Macron ma anche, da questa mattina, stop a Putin

Più volte in questo blog ci siamo permessi di dire che i risultati delle elezioni (tutte e quindi anche le nostre) vanno lette tenendo conto dei numeri assoluti degli aventi diritto al voto… Continua a leggere

L’Eni e le sue responsabilità geopolitiche al centro di una manifestazione (violenta?) a Milano

Se non fossero quelli (ma chi sono in realtà?) che la indicono, quelli che sono, la manifestazione che si terrà oggi, ore 15:00 (sabato pomeriggio!), a Milano, avrebbe un suo perché. Intendo dire… Continua a leggere

Il silenzio degli Agnelli

Fra le qualità che riconosco a me stesso c’è l’onestà intellettuale. Pertanto, devo delle scuse ai miei pochi e illustri lettori. Avevo prefigurato scenari politici diversi rispetto a quelli che si vanno prefigurando… Continua a leggere

“Non serviamo l’America, non osteggiamo la Russia: difendiamo l’Italia!” De Gasperi

In questi mesi di caos (poco creativo) pre e post elettorale, ho sentito fare il nome di Alcide De Gasperi, da parte di alcuni che si cimentavano con le complessità politiche della fase.… Continua a leggere

“Arrivai perfino al patto con la Lega…” Mariotto Segni

“Arrivai perfino al patto (aggiungiamo noi scritto, in quanto fu stilato un documento, come si faceva un tempo per cose di questa natura e dimensione) con la Lega, che lo rinnegò dopo 24… Continua a leggere

Da una Lega ad un’altra: ovvero vediamo di non fare cazzate

I 55 giorni evocati da Luigi Di Maio, ieri sera, durante la trasmissione Porta a Porta di Bruno Vespa, non sono quelli che portarono al ritrovamento del cadavere di Aldo Moro ma, come… Continua a leggere

I Nuovi Venuti, romanzo poco fantapolitico di Giorgio Dell’Arti

Il libro è uscito nel 2014 eppure ne parlo solo oggi. Ne avrebbe detto il vecchio Paolo Milano, critico letterario raffinato come pochi, affettuosamente soprannominato, con la sua stessa complicità, Antico Tastamento, se… Continua a leggere

Il parlamentare del M5S si chiama Vito (e non Bruno) Crimi

La stanchezza mi ha tirato un brutto/simpatico scherzo: ho chiamato il parlamentare del M5S Vito Crimi, Bruno Crimi, personaggio politico che non esiste. Esisteva nella passata legislatura nel COPASIR, sempre in rappresentanza del… Continua a leggere

È arrivata la sentenza del processo Stato-mafia e alcuni ne escono molto male

Di che deve vivere un vecchio signore, animatore di un blog marginale ed ininfluente, se non di alcuni “l’avevo detto”? Provo un senso di fierezza nel sentire il Pm Antonio (Nino) Di Matteo… Continua a leggere

In alto i cuori, incita, giustamente, Giuseppe Grillo da Genova

Oggi 1° maggio Beppe Grillo si rifà vivo e lascia in rete sagge considerazioni politiche da tenere in opportuna considerazione. Sono contento di queso silenzio interrotto. Buona ripresa a tutti, tranne che ai… Continua a leggere

Chi ha ucciso Mino Pecorelli?

Mino Pecorelli, il 20 marzo 1979, non si è suicidato. Certamente è stato ucciso. Addirittura, ad un certo punto di quella oscura vicenda, si è ritenuto, da parte di persone che nella vita… Continua a leggere