Che nessun dorma o “allo stadio” vi ci chiudono in molti

Gatto_sul_campo_da_calcio_2

Secondo voi perché Ernesto Nathan, il sindaco massone (quello del detto “non c’è trippa per i gatti” di cui vi ho parlato in altro post C’È TRIPPA PE’ GATTI. FINCHÉ NON LI FERMIAMO … A QUALUNQUE COSTO! – BISOGNAVA, IN TEMPO UTILE E IN UN LUOGO APPARTATO, CHE QUALCUNO DICESSE A MARRA: “NON C’È TRIPPA PER I GATTI. SMAMMA!”-  VUOI VEDERE CHE A PENSAR MALE CI ABBIAMO PRESO? CHE FINE HANNO FATTO MARRA E SCARPELLINI?) dei primi del Novecento pretese di affidare il nuovo piano regolatore a “persona estranea all’ambiente romano”, scegliendo l’ingegnere capo del comune di Milano Edmondo Sanjust di Teulada? O perché lo stesso Benito Mussolini  per l’esposizione universale (che poi non si realizzò a causa della guerra) chiamò da Venezia Vittorio Cini?

Semplice: l’ambiente romano era corrottissimo e non dava alcun affidamento, sia per uno che per l’altro.

L’ambiente romano non ha mai cessato di essere corrotto e di corrompere, chiunque. Roma Ladrona era altro, gridato dai leghisti della prima ora, ma andava vicino alla verità. Non solo la Capitale era infetta ma sopratutto la provincia e questo ha messo in moto il processo degenerativo in corso. Il processo degenerativo che non ho timore a ripeterlo (come altre volte ho scritto) avrebbe avuto bisogno di un intervento chirurgico preventivo finalizzato a estirpare il tumore e non sedendosi al tavolo con i bari e delinquenti. E vi parla uno che il tumore devastante 15  anni addietro se lo è fatto estirpare e ancora vivo. Male ma vivo. Che la speculazione edilizia (terreni della Chiesa e della nobiltà nera papalina) sia stata la pista stupefacente che ha drogato l’economia della Capitale sin da quando se ne sono andate via le truppe angloamericane, spero non ne abbiate dubbi. Tranne attimi amministrativi (Petroselli e Argan) virtuosi, vi salto tutte le fesserie su Rutelli, la sua giunta o quella del compagno Veltroni e fermo la Macchina del Tempo a quando Francesco Gaetano Caltagirone, fatto il passo del Messaggero (un acquisto magistrale e strategico) si è presa la città e non ha più mollato la presa. Lui e gli ambienti di riferimento. Ho detto Ernesto Nathan, l’ebreo massone che veniva appositamente da Londra (parlava male l’italiano ma, per intendersi, la sua famiglia aveva protetto Giuseppe Mazzini in latitanza fino alla morte!) e il certamente conosciuto a tutti Benito Mussolini (quello). Gamma ampia, quindi. E voi potevate pensare che una avvocatina, fresca fresca di praticantato presso lo studio legale di uno dei campioni romani di calcetto/calciotto/calci in culo, poteva tenere testa alle cinque divisioni (50mila uomini frequentatori dei circoli sportivi teverini) affiancata/protetta da quattro/quaranta/quattrocento onesti cittadini attivisti mai selezionati o formati sufficientemente perché fossero allerta rispetto ai previsti e prevedibili trucchi e barba-trucchi corruttivi ideati e attuati perché nulla cambiasse? Il male lavora full-time. Ora in molti cercherete chi ha presentato chi per trovare il bandolo della matassa.

gatto_nero_barcellona_getty__4_

Questa tecnica (chi ha presentato chi) ha un valore solo se viene attuata in chiave preventiva e deve essere praticata da specialisti dell’investigazione.

E non parlo quindi di poliziotti ma di investigatori dell’animo umano. Scuole, ancora scuole e ancora scuole, diceva Mazzini dopo che era stata liberata Roma nel 1949. Ma il Papa e l’oscurantismo si ripresero la speranza in poche battute. Anche oggi nessuno ha voluto avviare vere scuole di studio e di riflessione. La restaurazione del malaffare (sono tutti uguali!) è dietro l’angolo e la percentuale (il 27%) dei votanti, a Roma, il 10 u.s., ne è la prova schiacciante.  Siamo sull’orlo del baratro. E per baratro intendo, tolto il tappo a cinque sigilli, la guerra civile. Che ovviamente non auspico, vecchio, stanco e amareggiato come sono, ma, a similitudine di Giampaolo Pansa penso (vi piace il gioco di parole?) che lo scontro fratricida strisci, avvicinandosi, alla deflagrazione. Chi guida “il Paese delle menti raffinate” potrebbe anche aver scelto questa strada perché nulla cambi. Da Portella della Ginestra a venire alla nuotata di Grillo, di acqua ne è passata tanta sotto il ponte della storia italiana. Uccisa la speranza con questa metodologia inquinante e corruttiva, il vero obiettivo potrebbe essere lo scorrimento di sangue non più con le stragi subdole, ma in campo aperto. E allora gli stadi non saranno solo quelli di cui si discute in queste ore, da costruire a fini ludici e per mantenere il proprio arricchimento personale, ma dove chiudere i cittadini che banalmente e ingenuamente avevano gridato fiduciosi “Onestà-onestà”, “Tutti a casa – Tutti a casa”, “Rodotà – Rodotà”.

Da queste parti non arretreremo di un centimetro.

Così, se ci dovesse capitare qualcosa di innaturale, come da anni preventivamente vi diciamo, sapete anche perché.

Oreste Grani/Leo Rugens

P. S.

Se avete tempo e dimestichezza buttate  uno sguardo sul ritrovamento dell’arsenale a Reggio Emilia. Molte delle provvidenzialmente rinvenute si chiamano armi da guerra per caratteristiche e munizionamento. Se si chiamano così, ci sarà pure un motivo.

Schermata 2018-06-17 a 10.56.34Schermata 2018-06-17 a 10.56.49Schermata 2018-06-17 a 10.57.06Schermata 2018-06-17 a 10.57.23


 

Come abbiamo scritto, alcuni ci hanno dato una mano e li ringraziamo.  Altri, viceversa, sono rimasti indifferenti, pur continuando ad usufruire del nostro servizio.

Evidentemente, e mi riferisco a questi ultimi, ritengono che la richiesta sia un pro forma pleonastico. Così non è. Abbiamo bisogno di segnali di stima (che ci arrivano numerosi) ma anche di piccoli aiuti concreti.

Rinnoviamo l’appello e vediamo cosa succede. 

Mi sono affidato a PayPal  e a un IBAN (IT39O0760103200001035003324) relativo ad un normale conto corrente.

Trovate quindi – a piede dei post – una novità rappresentata dalla richiesta, sistematicamente ripetuta, di sostegno con il possibile l’invio di piccole cifre.

Ci sarà tempo per chiedervi altro. Fuori dagli scherzi, grazie anticipatamente.

Per le piccole cifre abbiamo deciso di prendere soldi da chiunque con le ormai semplici modalità del versamento sulcircuito PayPal usando il nostro indirizzo e-mail:  leorugens2013@gmail.com

la Redazione