La propaganda asfissiante intorno all’ubiquo Salvini è già di per se un randello autoritario

Schermata 2018-06-15 alle 11.26.47 AM

Il 15 giugno 2018 Leo Rugens nella sua marginalità coglie che l’autorevole Marco Travaglio (LA RETE, IL CASO E IL “CULO” NON BASTANO PER GOVERNARE UN PAESE A 5 STELLE) arriva al cuore del problema: come reclutare, selezionare, formare classe dirigente nel tempo del massimo potere dell’intreccio tra potere economico, controllo dei mass media e manipolazione del consenso delle società avanzate anche in presenza e con la complicità della rete garantita o meno da algoritmi intelligenti. Paradigma culturale Blockchain compreso.

Nel farlo Dionisia rileva ed auspica massima reattività ai cattivi indizi che sempre più spesso descrivono una situazione di inadeguatezza tra le fila del M5S alla complessità che avanza. Certamente nei processi che si sono attuati durante la formazione della compagine governativa troppe insufficienze sono emerse da parte di chi dagli avvenimenti convulsi di questi ultimi anni è stato catapultato ad affrontare, disarmato, forme di potere forte che è necessario saper individuare con anticipo attraverso i meccanismi del consenso, il sistema della propaganda e delle abilità camaleontiche del fascismo strisciante.

La nostra redattrice Zlablya, ancor se è possibile più bella e femminile di Dionisia, in post che oggi pongo nuovamente alla vostra attenzione, tempo addietro, con sensibilità e preveggenza, vi ha cominciato a parlare di cosa emergeva all’orizzonte e di quanto un’intellettualità quale quella di Noam Chomsky avesse ipotizzato possibile per la nostra fragile Italia.

COP_Richard Scarry le piu belle parole del mondo.indd

chomsky1

Dietro a quello che accade (l’esponenziale rafforzamento del consenso popolare alle tesi sostenute da Matteo Salvini e una delle cose che accadono) ci sono decenni di interventi in Europa (ma soprattutto in Italia) perché un giorno ciò che era stato drammaticamente contrastato anche con la partecipazione vincente anglo-americana alla Seconda Guerra Mondiale, riprendesse il suo tragico cammino. Negli intendimenti di alcuni lupi (sempre gli stessi o in mutazione genetica) il “branco confuso” va lasciato in questa condizione utile ad essere condotto per essere sbranato al momento opportuno. Propaganda quindi, becera quanto necessario, perché sia il randello che si è soliti vedere in atto negli stati totalitari.

Pronti a passare dalla propaganda ai fatti. La costruzione dell’opinione pubblica intorno ai temi xenofobi è in essere con il ritmo dettato dai twitter leghisti, dai comunicati stampa leghisti, dalle comparsate leghiste. Finché la gente viene tenuta da parte e distratta, non esiste il modo di organizzarsi e di articolare il proprio pensiero, non sapendo nella maggior parte dei casi, che altri condividono le stesse idee. Chi sa esattamente cosa pensano gli italiani di respingimenti, di porti, di Africa in assenza di luoghi deputati a ragionamenti pacati tenuti viceversa nella assordante propaganda dei sabati fascisti trasformati oggi nell’istante per l’istante che la rete consente. Io so solo che nel 1938 il consenso che la propaganda era riuscita a organizzare intorno al duce era tendente al 100%. Ma era panna montata che solo 12 mesi dopo (1939 inizio della Guerra Mondiale) cominciava a smontarsi quando dalle chiacchiere si dovette passare ai fatti.  Un popolo ridotto dalla propaganda a branco confuso che fu facilmente sbranato dai lupi famelici.  Non ancora tutti estinti. Anzi.

Oreste Grani/Leo Rugens

 

Come abbiamo scritto, alcuni ci hanno dato una mano e li ringraziamo.  Altri, viceversa, sono rimasti indifferenti, pur continuando ad usufruire del nostro servizio.

Evidentemente, e mi riferisco a questi ultimi, ritengono che la richiesta sia un pro forma pleonastico. Così non è. Abbiamo bisogno di segnali di stima (che ci arrivano numerosi) ma anche di piccoli aiuti concreti.

Rinnoviamo l’appello e vediamo cosa succede. 

Mi sono affidato a PayPal e a un IBAN (IT39O0760103200001035003324) relativo ad un normale conto corrente.

Trovate quindi – a piede dei post – una novità rappresentata dalla richiesta, sistematicamente ripetuta, di sostegno con il possibile l’invio di piccole cifre.

Ci sarà tempo per chiedervi altro. Fuori dagli scherzi, grazie anticipatamente.

Per le piccole cifre abbiamo deciso di prendere soldi da chiunque con le ormai semplici modalità del versamento sul circuito PayPal usando il nostro indirizzo e-mail:  leorugens2013@gmail.com

la Redazione