Intermezzo musicale – Chet Baker “sings”

 

Leggendo alcuni commenti a “Leo Rugens è un jukebox“, ho colto che a un lettore del blog, Zio Samsara, piace la voce di Chet Baker. Così, ritenendo di fare cosa gradita ho pubblicato questo giovanile lavoro dell’unico trombettista bianco che Miles tenesse in considerazione.

I commenti mi hanno anche indirizzata a Benny Morris e Ian Black col risultato di fare ancora più risaltare il valore dei commenti suddetti, lo dico con tutta l’onestà intellettuale, al limite della citrulleria, che mi viene riconosciuta.

Dionisia

P.S. Riconoscendo e teorizzando la differenza tra l’esserci stati e l’averlo sentito raccontare ritengo tuttavia inattuale discriminare, pena il rischio di procedere volgendo le spalle al futuro.