Le pensioni minime a 780,00? Destabilizzerebbero il sistema! Firmato Matteo Salvini er populista

salvini

Giorno dopo giorno, la dirigenza del M5S e la sua base, scopriranno che il vertice della Lega (in questo tutta ancora Nord) nata, a suo tempo, per assecondare gli interessi di molti furbi imprenditori settentrionali) non ha alcun interesse a nessuna forma di equità sociale. L’equità va di pari passo con la vera sicurezza e la vera sicurezza non piace agli eversivi, da bar o meno che siano. Tantomeno ai nemici della convivenza civile e pacifica. Nelle posizioni leghiste e facile riscontrare un odio feroce nei confronti di ogni forma di solidarietà, pensiero che anzi, vertici e base, combattono come elemento di destabilizzazione del sistema basato sulle regole della sopraffazione di alcuni su altri. Vade retro solidarietà! Vade retro diabolica equità. Anzi i leghisti autentici si combattono anche al loro interno nella speranza di un predominio assoluto rimuovendo che soltanto in funzione (lo sanno anche i tombini di ghisa) del bene comune è possibile tutelare l’interesse individuale a lungo termine.

Parla di ignoranza degli altri il vostro ministro dell’Interno ma temo ignori totalmente le scuole di pensiero economico più lungimiranti che ormai sostengono che la solidarietà non è solo la scelta più saggia ma anche la più redditizia. Perché fosse possibile una tale scelta evoluta occorreva costituire un sistema di rappresentanza politica capace di incidere sui poteri forti e non fatto di marionette mimetizzate di quei poteri forti. La Lega ex Nord è sostanzialmente una marionetta di tali ambienti e ne avremo la prova provata quando troveremo chi spinge da dietro Matteo Salvini, soprattutto dopo le sue gite “scolastiche” nella Corea del Nord e a Mosca. La Lega infatti, dopo quegli abboccamenti e viaggi istruttivi/iniziatici del suo capo indiscusso, ha sottoscritto, in alcune zone del Centro e del Sud d’Italia (dove sono spuntati voti inaspettati), solo accordi di potere (alcuni inconfessabili) e di tipo ideologico razzista. Altri, come il tempo dimostrerà, addirittura con ambienti eversivi.

Certamente con gli ambienti più reazionari del Paese.

istat_poveri_nuova

Portare le pensioni minime a 780,00 euro non è parte di una visone culturale che li riguarda. Anzi. Tenete conto che queste forme di intervento a sostegno degli ultimi, sono viste come fumo negli occhi in quanto, prioritariamente, confermerebbero la lealtà del MoVimento nei confronti del proprio elettorato.

La Lega Nord, dopo i primi vagiti, ha sempre svolto una funzione di puntello elettorale e legislativo al capitalismo di rapina rappresentato dal berlusconismo, dai cento Benetton e dalla mafia loro, oggettivamente, alleata. Veramente pensate che si potevano tenere aperti gli Autogrill senza pizzo? Veramente pensate che l’ANAS non fosse oggetto del desiderio di ambienti di corrotti e di corruttori? Veramente pensate che, come i cantieri della Salerno-Reggio Calabria o legati alla viabilità della Sicilia, tutto il sistema prosperato durante il ventennio berlusconiano non sarebbe stato taglieggiato come capitò all’esordio alla Standa, ai ripetitori o a chiunque si fosse messo di traverso all’accordo di controllo di sistema? La Lega è servita, senza se e senza ma, al duo Berlusconi/Dell’Utri (così ho detto la mia) e alle bande in cui si articolavano i forza italioti. La lega di Salvini è banalmente la forma gattopardesca di quella conservazione di privilegi.

poveri-01-1

Che minchia può entrare un po’ di equità (780,00 euro al mese!) con il malaffare (una scopata ad Arcore costava di più) o con i pippatori di cocaina (qualche striscia ha lo stesso costo) o con il riciclo del denaro dentro alle slot?

Ora stanno per finire le chiacchiere, amici del M5S, e vedremo se vi siete meritati gli undici milioni di voti. Girare la testa dall’altra parte non basterà con questi.

Oreste Grani/Leo Rugens

 

Per le piccole cifre abbiamo deciso di prendere soldi da chiunque con le ormai semplici modalità del versamento sul circuito PayPal usando il nostro indirizzo e-mail:  leorugens2013@gmail.com

oppure un bonifico a Oreste Grani – IBAN  IT98Q0760103200001043168739