Il M5S tra spontaneismo e complotto

IMG-2149

img-2150.jpg

Inserisci una didascalia

“Movimento e istituzione – Teoria generale” è un saggio di Francesco Alberoni pubblicato nel 1977.

Ho isolato questo passaggio perché contiene la soluzione, da intendersi in termini di “scioglimento”, di milioni e milioni di parole spese intorno alla nascita, in Occidente, del fenomeno politico più interessante e di “successo” della fine del XX secolo: il Movimento 5 Stelle.

Faccio presente che l’anziano sociologo, un po’ riduttiva come qualifica, nel 2013 aveva espressamente equiparato, in quanto fenomeno sociale e culturale, il cristianesimo, l’islam e il comunismo al M5S, sostenendo che li accomunassero gli stessi meccanismi all’atto della formazione, per quanto, una volta divenuti “istituzioni”, ciascuno avrebbe preso la propria strada, al prevalere di un gruppo dirigente rispetto a un altro.

 

Schermata 2018-09-18 alle 10.29.32 AM

 

Il video è stato visto da pochissimi eppure costituisce un documento cristallino rispetto l’essenza di ciò che è un movimento. Piaccia o meno.

Alberoni si esprime da scienziato e ovviamente il suo linguaggio asettico non può che dispiacere coloro i quali sono convinti di “avere la verità”, ma tacere la verità ai decisori vorrebbe dire indebolirli e non assolvere al ruolo che una “coscienza critica” deve svolgere.

Anche una intelligence degna di questo nome deve svolgere tale ruolo oltre a quello di “informarsi” riguardo ciò che accade nel mondo.

 

A conclusione del ragionamento, faccio presente che accreditarsi quali agenti di influenza in seno al Movimento o fare le talpe o i ricattatori, i lobbisti o altro è una pacchia che sta per finire, anzi, che deve finire e finirà quando e quanto più i “cittadini eletti” e i cittadini avranno gli strumenti necessari (lenti di ingrandimento, telescopi e macchina del tempo) per estrarre dalla realtà ciò che c’è ma non si vede e rendere finalmente la Polis un luogo sicuro, libero e democratico, in altre parole, costituzionale.

Alberto Massari

h_00534880_CTS_574875668_CTS-CM-kjs-U43460540950802enC-593x443@Corriere-Web-Sezioni

Umberto Eco e Francesco Alberoni

Alberoni