I patti vanno rispettati dicevano i latini e non i celto-padani

pacta_sunt_servanda

Ferruccio de Bortoli … avverte: «Non solo il reddito di cittadinanza che favorirà il lavoro nero e la pigrizia attendista di un certo diffuso fatalismo italico. Non solo la pensione di cittadinanza con tutti i suoi effetti contabili futuri. Ma persino il mutuo di cittadinanza a tasso zero per chi, non si sa bene con quali requisiti, ne avrà diritto. E, addirittura, il terreno gratuito (ovviamente di cittadinanza) a chi farà il terzo figlio e chissà come scoprirà un’innata passione per l’agricoltura. La pressione fiscale, intanto, non scende. Il condono impartisce la peggior lezione di diseducazione civica. L’effetto sulle entrate fiscali è incerto. Anche un prodigioso balzo dei consumi sarebbe difficilmente traducibile in una corposa crescita supplementare». Insomma, secondo de Bortoli, il messaggio per l’Italia e il suo governo è pericolosamente semplice: «Attenti a non trovarvi, lungo il crinale di una maggiore spesa in deficit con pochi investimenti, scoperti e indifesi in caso di choc esterni. Il conto sarebbe devastante sul versante del finanziamento del debito. L’ombrello monetario della Bce si sta chiudendo. E se dovessimo chiedere un aiuto, le condizioni sarebbero severe. Nei macrotrend, il rischio Italia per fortuna non c’è. Ma forse perché siamo diventati, nel nostro isolamento, irrilevanti. Ed è inutile fare la faccia feroce con chi volge lo sguardo altrove». Fonte corriere.it

Il gran mascalzone (si va in galera a 71 anni ed oltre per dare del gran mascalzone al Ministro di Polizia?) getta la maschera e parla di realtà cambiata a soli centocinquanta giorni dal contratto sottoscritto. I patti vanno rispettati e su questa base giuridica Roma (e non i celto-padani) ha costruito un impero e nel successivo “rebus sic stantibus” i senatori, i consoli, i magistrati aggiungevano “stando così le cose”. Saper gestire “rebus sic stantibus” non è cosa per duci improvvisati e “mancatori” di parola. La situazione si complica e per la nostra fragile Italia, avvicinandosi a grandi passi l’ennesima crisi planetaria (sicuramente europea), come saggiamente ricorda l’informato (per formazione e appartenenza) Ferruccio De Bortoli, i tempi si potrebbero fare ancora più difficili di quelli che il MoVimento ha ereditato. Ereditato dopo vent’anni in cui la Lega ha governato, centralmente e perifericamente, il Paese. Con altri delinquenti ma l’ha governata. Vediamo di non rimuovere il dettaglio soprattutto quando si tocca la questione dei rifiuti. Una, comunque, tra le tante.

Oreste Grani/Leo Rugens