Commensalità abituale anche per gli oppiomani di calcio e i criminali delle tifoserie?

fumerie-oppio-914062

Posso chiedere perché nessuno (e scrivo nessuno) ha chiesto al membro del Governo Giancarlo Giorgetti cosa pensi di quanto avvenuto a Milano a latere dell’avvenimento sportivo Inter-Napoli, morti compresi, e di quanto emerge (e siamo solo all’inizio) dal torbido mondo legato alle tifoserie interiste e varesine? Dimenticavo i nizzardi! Posso chiedere che qualcuno di autorevole (non questo marginale e ininfluente blog) ponga il problema della eventuale frequentazione da parte di membri del Governo (con delega specifica allo Sport) di ambienti che definire eversivi è un eufemismo?

Si chiama “commensalità abituale” (per altre categorie) e il suo divieto deve essere ripristinato/perseguito/richiesto anche per lo sport, almeno con lo stesso rigore con cui si lasciano a mare bambini innocenti, donne gravide di vite future, esseri umani già stremati da violenze di gruppo, sessuali o meno che siano state.  Chi scrive è ciclicamente sospettato di giacobinismo per cui non mi piacciono queste tenerezze nei confronti di alcuni solo perché sono vittime del morbo calcistico. Cane non morde cane? E sti’ cazzi! Affermo che un assuntore abituale di oppio calcistico non è affidabile, fuori e dentro il Governo. Se è un “tossico”, è un “tossico”. Senza mai rimuovere che intorno all’accatenamento da oppio calcistico sono accadute, decine di operazioni che nulla avevano a che vedere perfino con il vizio comune.

fumatori-doppio

Rutelli era prima laziale che Sindaco della città  e questo potrebbe essersi riverberato negativamente sul business con Sergio Cragnotti (quello) quando si trattò di alienare la Centrale del Latte. Per non dire di quando per Claudio Lotito si decise che il ridicolo della rateizzazione del dovuto allo Stato si poteva spalmare su 23 lunghissimi anni. In realtà non era ancora successo che i 49 milioni rubbbati (questo è accaduto) dai leghisti, venisse stabilito che si sarebbero potuto comodamente restituirli… da qui all’eternità.  Un gran bel film con Burt Lancaster ma che, nella sostanza, rimarrà un ferità purulenta a danno di quella speranza nata il 4 marzo 2018. Per avere qualche diritto a farsi difensori della legalità, forse (ma che forse, “certamente”) bisogna rispettare le leggi in vigore e non piegarle ai propri momentanei bisogni. Se no, nella vita, si fa il Leo Rugens e non il membro del governo repubblicano. Se uno appartiene, per prassi e militanza pubblica, ad un club di violenti e in qualche modo li favorisce in questa “attività culturale”, deve essere ritenuto in concorso morale con i teppisti. Come un tempo era con i terroristi. O come il Ministro di Polizia ritenga di dover far trattare migliaia di innocenti che nulla hanno a che vedere con lo Stato Islamico e le sue varie articolazioni. I violenti negli stadi (dentro e fuori) sono costati almeno dieci volte di più dei migranti. Che, anzi, a volte (quasi sempre), da duttili schiavi, fanno molto più economia virtuosa degli amici di Giancarlo Giorgetti che sono, viceversa, una perdita secca.

le-oppierie-furono-importate-dai-cinesi-914055

Vediamo di non lasciare troppo solo Leo Rugens in questa battaglia di trasparenza sulle domande non fatte a Giancarlo Giorgetti, che, qualora risultasse non conoscere neanche con il cannocchiale rovesciato nessun esponente di rilievo di questa teppaglia costosissima per la collettività, si potrebbe beccare, come premio della questione risolta a suo favore, la rimozione seduta stante di tutti i post che ho a lui dedicati. Altro non gli posso dare. Se viceversa dovessero risultare a lui ben noti i criminali di cui si parla e forse lui stesso in “commensalità abituale” con gli utras si tratta di stabilire un premio congruo per la povera marginale e ininfluente redazione.

Oreste Grani/Leo Rugens allibito (o no?) per il silenzio di tomba intorno alla vicenda del Giorgetti oppiomane di calcio.

Per le piccole cifre abbiamo deciso di prendere soldi da chiunque con le ormai semplici modalità del versamento sul circuito PayPal usando il nostro indirizzo e-mail:  leorugens2013@gmail.com

oppure un bonifico a Oreste Grani – IBAN  IT98Q0760103200001043168739

Annunci